fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

POLITICA

Il faccia a faccia con Mastella, i dubbi sulla svolta renziana, le sirene della Lega: Barone resta o Barone va?

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

Un lungo faccia a faccia. Una discussione franca. Da un lato Clemente Mastella, dall’altro Luigi Barone. “La rottura è imminente” – si sussurra, da giorni, tra le stanze e i corridoi della politica sannita. Le voci vorrebbero Barone sulla via della Lega. Voci che si poggiano, tra l’altro, sul rapporto amicale e di stima – questo sì, comprovato – che lega l’attuale presidente dell’Asi a Claudio Durigon, sottosegretario al Lavoro, uomo di assoluta fiducia di Matteo Salvini.

Un legame datato nel tempo. Ma può bastare a giustificare un addio che avrebbe del clamoroso, considerato il peso specifico – decisamente alto – che Barone riveste all’interno del (ristretto) cerchio magico mastelliano? No, non può farlo. C’è dell’altro se gli stessi rumors che pochi mesi fa sarebbero stati archiviati come fantapolitica oggi acquisiscono una certa credibilità.

Questioni politiche. Una su tutte: la ‘svolta’ renziana annunciata da Mastella. L’abbraccio con Italia Viva – fosse anche attraverso la forma di una federazione – non convince affatto Barone. E poi lo stato di salute di ‘Noi di Centro’ nel Sannio. “Abbiamo ottenuto un risultato straordinario” – scandiva il coordinatore provinciale Carmine Agostinelli, nella conferenza stampa convocata il giorno dopo il voto per la Rocca. Per capirci: quella dichiarazione difficilmente Barone la controfirmerebbe. Per il numero uno di Ponte Valentino la crescita di consenso del centrodestra registrata tra gli amministratori sanniti non può non interrogare un gruppo dirigente di un partito. Specie se è il partito che governa buona parte delle istituzioni nel Beneventano.

D’altronde un sindaco ha bisogno di risposte: se non da Roma almeno da Napoli. E allora che c’entra Firenze? Che c’entra Renzi? Perché immolare ‘Noi di Centro’ in una battaglia, quella per le Europee, che si annuncia perdente? Sarebbero questi gli interrogativi di Barone.

Punti di domanda ribaditi – a quanto filtra – al suo interlocutore nei novanta minuti trascorsi insieme a palazzo Mosti. Si attendono risposte. Le uniche capaci di sciogliere il dubbio: Barone resta o Barone va?

Annuncio

Dall'autore

Antonio Corbo 14 ore fa

Benevento, il ritorno del ministro Sangiuliano: “Sul Museo Egizio pronti a nuovi finanziamenti”. I dubbi di Viespoli: “Seguirei altra strada”

Antonio Corbo 20 ore fa

Europee, tocca a Della Vedova: “Bonino e Mastella insieme? Nulla di strano, conta il progetto”

Antonio Corbo 3 giorni fa

Europee, ecco Salvini: “Telesina? Entro l’anno ci rivedremo per l’avvio dei lavori. Barone e Vannacci? Più voti di Mastella”

Antonio Corbo 3 giorni fa

Europee, si scalda la campagna elettorale: oggi Salvini, poi toccherà a Sangiuliano, Tridico e Decaro

Primo piano

redazione 4 ore fa

Wg flash 24 del 30 maggio 2024

redazione 12 ore fa

Coppia di San Giorgio del Sannio gioca ad ‘Affari tuoi’, ma non rischia: accetta 20mila euro, ma nel suo pacco c’erano i 300mila

Antonio Corbo 14 ore fa

Benevento, il ritorno del ministro Sangiuliano: “Sul Museo Egizio pronti a nuovi finanziamenti”. I dubbi di Viespoli: “Seguirei altra strada”

redazione 15 ore fa

Grandinata su Castelvenere: danneggiati 100 ettari di vigneti. Sindaco chiede riconoscimento stato di calamità naturale

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content