fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

ENTI

Terzo Settore e carcere, il garante dei detenuti Ciambriello organizza incontro a Napoli

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

Presso il “Centro-Non-Commerciale” del Consorzio Sale della Terra, al centro Direzionale di Napoli, il Garante campano dei Detenuti, Samuele Ciambriello, ha voluto radunare alcuni enti del Terzo Settore che storicamente si impegnano a favore delle persone detenute e ristrette nella libertà personale.

Lo scopo dell’incontro era quello di creare una rete stabile di attori, non solo al fine di migliorare la condizione della pena detentiva in regione Campania, ma anche e soprattutto per porre le basi di un interscambio positivo tra tutti coloro che lottano per creare sui territori nuove occasioni di emancipazione e di inclusione lavorativa alle persone condannate che vogliano uscire dai circuiti della devianza e della delinquenza.

“Siamo qui ospiti di Sale della Terra – ha detto il Garante Ciambriello – perché ritengo necessario che gli sforzi di ognuno di voi possano allacciarsi e legarsi a percorsi di economia reale in cui ognuno di voi dia una mano ad un altro ente del terzo settore come voi. Al tempo stesso ho chiesto al Consorzio sale della Terra di poter fungere da supporto per le progettazioni sociali di tutti coloro che hanno ottime e grandi idee per la qualità di vita dei detenuti e delle persone in misura alternativa, ma non raggiungono mai i finanziamenti giusti per supportare le proprie idee di impresa, la rete del presidente Angelo Moretti si mette a disposizione gratuitamente per questo scopo. Il lavoro, in quanto attività risocializzante e responsabilizzante, può incidere in maniera positiva sulla recidiva.”

All’incontro erano presenti tra gli altri l’associazione Liberi di Volare, la cooperativa “L’uomo e il legno”, l’associazione “Generazione Libera”, la Cooperativa “Arte è Verità”, la Cooperativa “NCIS”, l’ente di formazione “Noesis Tekform”, il laboratorio sartoriale “Palingen” e la Cooperativa “Lazzarelle”. Tutti i presenti hanno dato adesione al progetto di costituire una rete informale e di superare le divisioni territoriali ed il lavoro “compartimentato” per incrementare le risposte efficaci alle tante domande di futuro che la popolazione carceraria, e quella affidata all’UEPE, pone al terzo settore regionale.

Annuncio

Correlati

redazione 2 settimane fa

La realizzazione delle divise da lavoro della Croce Rossa frutto di collaborazione con Sale della Terra e ST Service

redazione 3 mesi fa

Sabato al ‘Caffè dell’Orto’ l’evento promotore per il laboratorio di cultura Hip Hop

redazione 4 mesi fa

Gramigna OdV al workshop internazionale di Praga per aiutare le famiglie dei condannati

redazione 5 mesi fa

Asl, incontro proficuo tra Volpe e garante Ciambriello: sarà potenziata assistenza medica a detenuti

Dall'autore

redazione 6 ore fa

Greg a Benevento per il suo libro ‘Il mio nome è Sorciosecco’: ‘C’è tanto del mio pensiero in versione topesca’

redazione 7 ore fa

Fabio Solano (FI): ‘Partito forte nel Sannio grazie al lavoro di Rubano’

redazione 11 ore fa

San Martino Sannita ricorda l’agente di polizia Michele Servodidio

redazione 12 ore fa

Piazza Cardinal Pacca, Lonardo (Fi) all’attacco: “Uno ‘scarrupizio’ per il terminal più inutile della storia”

Primo piano

redazione 6 ore fa

Greg a Benevento per il suo libro ‘Il mio nome è Sorciosecco’: ‘C’è tanto del mio pensiero in versione topesca’

redazione 12 ore fa

Piazza Cardinal Pacca, Lonardo (Fi) all’attacco: “Uno ‘scarrupizio’ per il terminal più inutile della storia”

redazione 15 ore fa

Dipendenti palazzo Mosti, Raffa (Fp Cgil): “Fumata bianca per l’acconto degli emolumenti 2023”

redazione 16 ore fa

Il Made in Italy del Lombardi alla finale mondiale del concorso di moda televisivo Junk Kouture di Monaco di Baviera

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content