fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

Opinioni

Benevento e Avellino, Vigorito e D’Agostino

Se il derby delle aree interne è innanzitutto il derby tra due squadre condannate a vincere, è anche il derby tra due grandi imprenditori con enormi interessi sui territori, che esercitano un ruolo di primissimo piano nella dinamica pubblica dei rispettivi contesti, talvolta un ruolo che determina inevitabili impatti sulla dinamica democratica, sul pluralismo e sulla stessa economia dei territori. E questo principio è tanto più valido quanto più è piccolo e marginale il contesto nel quale questa condizione si determina, quanto più è debole la politica

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

Torna il derby delle aree interne. Domenica al Vigorito le Streghe e i Lupi si sfideranno in un match la cui posta in palio va ben oltre i tre punti, non solo e non tanto per l’antica rivalità tra le due tifoserie ma per il momento delicato che entrambe le compagini stanno vivendo, seppur per motivi diversi. Un derby tra due squadre che puntano alla promozione diretta in B, che vantano probabilmente le due rose migliori del girone C, un derby che speriamo possa restituire emozioni in linea con le aspettative, che darà certamente importanti indicazioni per il seguito della stagione. Ma il calcio, si sa, non è mai solo calcio.

Se il derby delle aree interne è innanzitutto il derby tra due squadre condannate a vincere, è anche il derby tra due grandi imprenditori con enormi interessi sui territori, che esercitano un ruolo di primissimo piano nella dinamica pubblica dei rispettivi contesti, talvolta un ruolo che determina inevitabili impatti sulla dinamica democratica, sul pluralismo e sulla stessa economia dei territori. E questo principio è tanto più valido quanto più è piccolo e marginale il contesto nel quale questa condizione si determina, quanto più è debole la politica.

Vigorito e D’Agostino sono, come detto, due grandi imprenditori che operano legittimamente anche sui territori, generando economie ed occupazione. E hanno tutto il diritto di esercitare la propria influenza sull’agenda dei territori, hanno tutto il diritto di svolgere le funzioni pubbliche che svolgono, chi nelle vesti di Presidente provinciale di Confindustria, chi nelle vesti di sindaco e di riferimento politico. Il punto è che entrambi, nel corso di questi anni, hanno finito per colmare il vuoto lasciato da una politica sempre più debole, che ha smarrito ogni capacità di pensiero e di visione, che si è rifugiata nella subalternità al potere economico per sopravvivere, per recuperare interlocuzioni inaccessibili ai livelli istituzionali più alti, per coltivare consenso, per orientare processi, per garantire soluzioni.

La debolezza della politica la misuriamo nell’assenza di coordinate chiare e riconoscibili, nel proliferare di aggregazioni di natura civica, in un dibattito pubblico che si risolve nello scontro cieco tra consorterie per la gestione del potere, per l’occupazione di ogni spazio di rappresentanza, nel trasformismo spudorato e dilagante che caratterizza le dinamiche politiche ed istituzionali sui territori. La politica debole è una politica che parla il linguaggio dei personalismi, il linguaggio della fedeltà, di un’appartenenza slegata da qualsiasi linea di pensiero, figlia dell’opportunismo, della convenienza, della logica del mercato. È la politica dei ras e dei cacicchi, dei portatori d’acqua e dei mazzieri. Una politica che serve solo se stessa, che i processi non li governa ma li subisce, tutt’al più li asseconda. Una politica senza potere. Ma il potere è necessario.

Annuncio

Correlati

redazione 2 mesi fa

C’è Benevento-Turris: sabato chiusura anticipata del mercato di Santa Colomba

redazione 3 mesi fa

Derby, ancora polemiche. La protesta della pizzeria ‘Napul’è’: “Strada inaccessibile, costretti a chiudere”

redazione 3 mesi fa

Petardi esplosi durante Benevento-Crotone: daspo per due tifosi calabresi

redazione 4 mesi fa

Benevento-Potenza, i convocati giallorossi: si rivedono Ciciretti e Pinato

Dall'autore

Marco Staglianò 1 settimana fa

De Luca s’è preso il Paese e ha già messo in crisi il governo

Marco Staglianò 2 settimane fa

Clemente Mastella può passare al contrattacco

Marco Staglianò 4 settimane fa

Tutti figli di Calderoli

Marco Staglianò 1 mese fa

Il segretario della Lega è venuto nel Sannio a fare campagna acquisti. Del Ministro delle Infrastrutture nessuna notizia

Primo piano

redazione 2 ore fa

Cariche ai cortei pro-Palestina, dirigente e docenti del liceo ‘Giannone’: ‘Sdegno per quanto accaduto. Sia fatta chiarezza’

redazione 2 ore fa

Presentata la winter edition del Sannio Music Fest: si parte giovedì con Rick Margitza & Elio Coppola Trio

redazione 4 ore fa

Fondi per gli inquilini morosi incolpevoli: Palazzo Mosti pubblica l’avviso

redazione 7 ore fa

Contrasto alla corruzione e trasparenza, palazzo Mosti lancia una consultazione pubblica: “Dateci proposte per migliorare il Piano”

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content