fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

AMBIENTE

Qualità dell’aria, tutte italiane le province più inquinate d’Europa. Anche il Sannio supera i limiti Ue

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

Svezia, Danimarca, Finlandia, Estonia, Malta, Irlanda e Lussemburgo: sono i soli sette paesi dell’Unione Europea dove tutta la popolazione respira aria pulita, ovvero  con una concentrazione di Pm2.5 inferiore al limite annuale di 10 µg/m³ (10 microgrammi ogni metro cubo d’aria) posto dalla Ue.

Male, decisamente male l’Italia: quasi un quinto della popolazione (più di 10 milioni di persone) dello Stivale respira aria con una concentrazione di particolato fine superiore ai 20 microgrammi. E ancora: otto delle dieci province più inquinate d’Europa si trovano nella nostra penisola. Le prime tre fra tutte sono Milano (21,22 µg/m³), Cremona ( 21,12 µg/m³) e Monza (21,11 µg/m³).

A dirlo è un’indagine condotta da Openpolis insieme  ad altre 6 redazioni dello European data journalism network (Edjnet), sotto la direzione di Detusche Welle.

Secondo l’Oms, – si legge dalla relazione – l’inquinamento atmosferico è il principale fattore di rischio per la salute in Europa. Come stima la commissione europea, il suo costo è pari ad almeno 330 miliardi di euro l’anno e grava fortemente sul sistema sanitario.

Tra le varie sostanze presenti nell’atmosfera, il particolato è uno dei più pericolosi. L’esposizione prolungata a questo agente causa infatti danni a molti apparati del corpo umano come quello circolatorio e respiratorio, ma provoca anche l’insorgere di patologie del sistema centrale e di quello riproduttivo. Tra le relazioni più frequentemente attestate ci sono i tumori ai polmoni, le ischemie e gli attacchi cardiaci, ma anche disturbi respiratori cronici come l’asma. La tossicità è ancora più elevata nel caso del Pm2.5, ovvero quello con il diametro più ridotto (2,5 micrometri), che permette alle particelle di intrufolarsi in profondità nei meandri del corpo umano.

Negli ultimi anni la situazione in Europa ha registrato un miglioramento, seppur contenuto. Sono solo 4 gli stati membri dell’Ue in cui la concentrazione di Pm2.5 nell’aria è aumentata tra il 2018 e il 2022 (Irlanda e Portogallo e, in misura minore, Spagna e Svezia). Mentre in due paesi la situazione è rimasta invariata (Finlandia e Italia). Nei restanti 21 c’è stato un miglioramento. I valori più notevoli si sono registrati in Repubblica Ceca (-4,2 µg/m³) e in Polonia (-3,6).

E la situazione in Campania? Tre province su cinque sono sopra l’asticella fissata dall’Unione Europea a 10 µg/m³. Tra queste c’è Benevento con un dato di 10,47 µg/m³. Va peggio a Napoli (12,47 µg/m³) e Caserta (10,9 µg/m³). Salve, ma di un soffio, Avellino (9,67 µg/m³) e Salerno (9,2 µg/m³).

I dati si riferiscono al valore medio annuale, riferito al 2022. Con particolato fine si intende di sostanze solide e gocce liquide con diametro inferiore ai 2,5 micrometri.

Annuncio

Correlati

redazione 3 giorni fa

ESG, la sannita Miwa Energia SpA presenta il primo Report di Sostenibilità

redazione 1 mese fa

Il sindaco Mastella: “Scuola dell’infanzia San Vito, complimenti per il pregevole risultato in tema di tutela ambientale”

redazione 2 mesi fa

La Fazia: ‘Il ministro Pichetto Fratin in visita anche a San Salvatore Telesino’

redazione 2 mesi fa

Il ministro Pichetto Fratin in visita mercoledì a Ponte

Dall'autore

Antonio Corbo 2 settimane fa

Il primo internet point a Benevento, l’intuizione di Ansi Formazione, il Mood. Le mille sfide di Ludovico Vessichelli: “Il futuro? Tanti progetti in cantiere, tutti per la Città”

Antonio Corbo 2 settimane fa

Accrocca presenta l’incontro dei vescovi sulle aree interne: a Benevento i vertici della Cei. E su Pannarano: “Rispetto e silenzio”

Antonio Corbo 2 settimane fa

“Imprese Stellari” ai Giardini della Rocca: la Confindustria celebra le eccellenze sannite

Antonio Corbo 2 settimane fa

Finanza agevolata al servizio delle imprese: sottoscritto l’accordo tra Sef Consulting e Consorzio Asi

Primo piano

redazione 10 ore fa

Disagi idrici in città, l’opposizione: ‘Non è priorità per l’amministrazione. Perché non se ne discute nel prossimo Consiglio?’

Christian Frattasi 12 ore fa

San Bartolomeo in Galdo, l’istituto scolastico ‘Medi’ si trasferirà in via Costa

redazione 13 ore fa

Attività chiusa al campo da rugby, il presidente Palumbo: ‘Comportamenti inaccettabili, si accertino responsabilità’

redazione 13 ore fa

Airola, ancora problemi all’IPM. Il Sappe chiede trasferimento di minori detenuti e avvio dei lavori di ristrutturazione

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content