Home SANNIO Ospedale Cerreto Sannita, esperti a confronto in un convegno dell’Associazione ‘Fondazione Salute...

Ospedale Cerreto Sannita, esperti a confronto in un convegno dell’Associazione ‘Fondazione Salute & Territorio’

“’Il Presidio Ospedaliero diventerà una struttura specialistica’ ha dichiarato il DG ASL Gennaro Volpe al convegno organizzato dalla Associazione “Fondazione Salute & Territorio” lo scorso 6 dicembre al Palazzo del Genio di Cerreto Sannita. Veniamo da un momento di stop a causa della pandemia, ma abbiamo continuato a lavorare per un presidio territoriale qui a Cerreto”. Così in una nota l’associazione “Fondazione Salute & Territorio”.


“Ci saranno una casa di comunità e un hospice entro luglio 2023 – si legge nella nota -. Entro dicembre del prossimo anno, invece, contiamo di aprire l’ospedale di comunità e la centrale operativa territoriale. Dovrà essere svolta un’opera di ristrutturazione che richiede ingenti risorse, ma sarà fatto in contemporanea con l’attivazione dei servizi. Volpe ha chiuso il suo intervento: “E’ importante avere queste strutture che facciano da filtro con tutta la zona ospedaliera”. Dopo i saluti istituzionali di Giovanni Parente Sindaco di Cerreto Sannita anche il Presidente della Provincia Nino Lombardi ha evidenziato le criticità delle strutture sanitarie in Valle Telesina come Sua Eccellenza Mons. Mazzafaro Vescovo della Diocesi di Cerreto Sannita – Telese Terme -Sant’Agata de Goti che quando ha preso la parola ha ricordato le necessità sanitarie di primo soccorso e assistenza dell’intera comunità diocesana.

 

Il convegno – si legge ancora – è proseguito con la lettura di Gina Carlo, Segretario della Associazione “Fondazione Salute & Territorio”, dei dati raccolti su un campione giovanile dei ragazzi che in modo disarmante non conoscono, né le problematiche né le dinamiche politiche del comprensorio sanitario della Valle Telesina.

 

Attualmente c’è il PSAUT, però non ci sono i servizi che possono soddisfare la popolazione e bisogna arrivare per forza a Benevento dove c’è un pronto soccorso pienissimo – dice il presidente dell’associazione Alfredo Lavorgna – per noi sarebbe il massimo avere un Ospedale (chiuso dal 2009) ma sappiamo che non è semplice. Chiediamo l’attivazione dei servizi sanitari e devono essere attivati in tempi velocissimi come era stato promesso. Questi servizi mancano in zona e in questa area interna. Dobbiamo attivare un coordinamento territoriale con tutti i Sindaci per garantire così un minimo di dignità sanitaria alla Valle Telesina – chiude Lavorgna -. Dal consigliere regionale Abbate, presente al tavolo dei relatori sono arrivate diverse bordate alla organizzazione sanitaria regionale ‘sono previsti fondi per le strutture, ma non per le risorse umane. Il rischio è che si trasformino in scatole vuote. Si va verso una sanità privata’. Gino Abbate ha riferito con estrema sincerità le condizioni critiche che versa anche il San Pio di Benevento, e ha chiuso l’intervento: ‘Cerreto Sannita ha delle prospettive future, non come Pronto Soccorso ma per implementare la presenza di sanità sul territorio. Io sono sempre perplesso sulle case di comunità. Bisogna essere chiari, c’è stato molto fumo in questi mesi e adesso serve verità. Sono necessari maggiori fondi per portare avanti determinate idee. Non si parla di personale da mettere dentro, così sarà tutto più difficile’.

 

Il Presidente dell’Ordine dei Medici Benevento Giovanni Pietro Ianniello, sulla stessa lunghezza d’onda del componente della Commissione Sanità Regionale Abbate, ha sottolineato ulteriormente la carenza di personale medico e paramedico che non permette di avere adeguate prestazioni utili alla comunità. Ha chiuso l’interessante dibattito Crescenzo Simone Medico di Medicina Generale. Un dato negativo dell’evento da evidenziare è l’assenza della politica locale; tranne il Sindaco di San Salvatore Telesino e quello di San Lupo nessun’altra presenza di fasce tricolori”.

Articolo precedenteLa “rockstar” del fumetto italiano Roberto Recchioni a Castelvenere
Articolo successivoAcquisti online: sul web è caccia al risparmio con codici sconto e coupon