Home Generica Volley B1, crisi Olimpia: le telesine incappano nella terza sconfitta consecutiva

    Volley B1, crisi Olimpia: le telesine incappano nella terza sconfitta consecutiva

    Crisi aperta e ormai conclamata per l’Olimpia Volley San Salvatore Telesino che a Roma, contro la Volleyrò Casal De’ Pazzi, nella nona giornata del campionato nazionale di Serie B1 Girone E, cade per la terza volta. Una sconfitta bruttissima e netta, 3 a 0 il conto dei set (25-17 25-16 25-19, i parziali) per le ragazze di Eliseo che dopo un avvio di stagione positivo, un proseguo altalenante non riescono più a trovare ordine, continuità, gioco e punti. La situazione in casa telesina è quella di calma ma urge comunque una scossa per le telesine che in poche settimane sono riuscite a “bruciare” quanto di buono fatto vedere nelle prime uscite tanto da aggiudicarsi il titolo di rivelazione.

    Le scelte – Coach Eliseo schiera quanto di meglio può offrire il roster con Bacciottini al palleggio, Vanni e Marlene Ascensao Silva al centro, Russo e Milano a schiacciare, Raquel Ascensao Silva a fare l’opposto e Luraghi libero. A disposizione Romano, Fuoco, Maresca, Borrelli e Picariello.

    Mister Ebana invece risponde con Allaoui, Salasa, Del Freo, Esposito, Fusco, Ndoye, Farelli, Camerini, Ndulue, Atamah, Franceschini, Martinelli, Cherubini, Cavallieri, Ribechi, Antonucci.

    La partita – Pronti via e il Volleyrò fa subito capire chi comanda al Pala Scozzese. L’Olimpia rimane folgorata dal break delle padrone di casa che prendono il largo togliendo alle sannite ogni possibilità di rimonta. Il più +8 finale del set, chiusosi sul 25 a 17 per le capitoline la dice lunga sull’inerzia di una gara che si fa subito in salita. Nel secondo set il copione è sempre lo stesso e la gara è a senso unico. Telesine che soffrono il gioco delle giovani ma forti romane e appaiono incapaci di frenare i loro attacchi. Anche in questo caso il set si chiude a favore del Volleyrò con un vantaggio di +9 (25 a 16 il finale). Nel terzo set le telesine provano a scuotersi, lo sforzo però non viene premiato se non con uno scarto ridotto in termini di punteggio. La gara scivola via senza sussulti da raccontare e nonostante le mosse di coach Eliseo la sua formazione non riesce nell’intento di riaprire il match. Il set si chiude anche questa volta a vantaggio delle padrone di casa con un perentorio 25 a 19. La Volleyrò conferma di avere un potenziale spendibile anche in ottica promozione, consolida il suo terzo posto e ora spaventa le siciliane della Farmacia Schultze Messina ora solo a due punti. Vola invece ormai Arzano. Scivola al sesto posto invece l’Olimpia che si vede scavalcata da Melendugno e Barossini e insidiata dallo United Pomezia che rincorre subito dietro. Insomma, è notte fonda per l’Olimpia ma urge una scossa e domenica – una novità questa per le telesine che di solito giocano di sabato – contro le siciliane della Gesan Com Fly Volley Marsala occorre una vittoria convincente per fare morale e scuotere la classifica.

    Le reazioni – Scuro in volto mister Francesco Eliseo a fine gara. Ancora una volta la sua Olimpia offre una prestazione sottotono e poco ordinata: “abbiamo giocato contro una squadra giovane – ha detto – che esprime una gran bella pallavolo. Tutto questo però è stato facilitato dal nostro approccio alla gara e dalla bassa qualità della nostra battuta. Abbiamo sofferto tanto a muro/difesa e abbiamo sofferto tantissimo anche in ricezione. Non voglio dilungarmi più tanto, la verità è che non c’è stata storia. Dobbiamo uscire da questo momento buio e per farlo conosco un solo metodo: lavoro, lavoro, lavoro. Solo questo può portarci a migliorare lì dove pecchiamo e a fare risultato. È anche vero che in questo momento siamo un po’ a ranghi ridotti ma questo non è assolutamente un alibi. Anzi, questo dovrebbe spingere le ragazze a dare qualcosa in più per sopperire alle mancanze che abbiamo. La partita di domenica è fondamentale per smuovere la classifica, fare morale e archiviare questa mini crisi. Sarà una settimana di lavoro duro e sacrificio. Dalle ragazze mi aspetto concentrazione massima perché davvero si tratta di una sfida fondamentale per il prosieguo del torneo”.

    Articolo precedenteRdC, Rubano: “Diventi misura ponte per abili a lavoro disoccupati. È vantaggio anche per settore produttivo”
    Articolo successivoA Benevento l’iniziativa ‘Facciamo un pacco alla Camorra’: la pace come tema dell’edizione 2022