fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

Comune di Benevento

Ecco come cambierà l’illuminazione di Santa Sofia e vico Noce. Due totem digitali racconteranno la storia

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

Nella giornata di ieri la Giunta Mastella ha dato l’ok al progetto di fattibilità tecnico-economica per la valorizzazione del sito Unesco Chiesa di Santa Sofia. Una iniziativa che costerà 100mila euro e che sarà realizzata con le misure stanziate per il patrimonio culturale grazie alla legge regionale 18/2022 e alle risorse appostate sul bilancio gestionale 2023/2025.

Come già spiegato, si tratterà di un progetto di nuova illuminazione per piazza Santa Sofia e vico Noce, redatto in seguito a sopralluoghi, indagini e studi necessari alla definizione delle caratteristiche e delle criticità dell’area.

Secondo quanto si apprende dalla relazione, saranno utilizzati apparecchi innovativi e tecnologia Led per: favorire il miglioramento dell’illuminazione della facciata della Chiesa, della piazza antistante e di Vico Noce (da corso Garibaldi all’Hortus Conclusus); salvaguardare l’ambiente attraverso l’utilizzo di sistemi a lunga durata di vita ed elevata affidabilità che, riducendo gli interventi di manutenzione degli impianti, minimizzino le necessità di smaltimento dei rifiuti; utilizzare tecnologie di ultima generazione , basate su sistemi elettronici che assicurano risparmio energetico, elevata continuità di servizio delle apparecchiature e notevole riduzione dei guasti.

Uno dei punti focali del progetto è la facciata della Chiesa di Santa Sofia. Per valorizzare al meglio questa struttura storica, saranno installati otto apparecchi ad incasso. Tre proiettori sagomatori installati all’interno della torre civica, serviranno per valorizzare al meglio l’arco di scarico della facciata in mattone con la sottostante lunetta mosaicata sul portale d’accesso. Altri corpi illuminanti sono previsti per l’illuminazione del tiburio. La piazza al centro è caratterizzata da una fontana all’interno della quale verranno posizionati 4 apparecchi a immersione per l’illuminazione dell’obelisco. Si prevede anche la sostituzione del corpo illuminante posto all’ingresso del museo del Sannio. Sulla sinistra rispetto alla facciata verranno sostituiti i faretti ad incasso esistenti con altri posti alla base del Teatro Comunale. Per l’illuminazione della piazza verranno sostituiti gli attuali proiettori posti sul cornicione del teatro con altri più piccoli e più performanti dal punto di vista illuminotecnico.

Per l’illuminazione di Vico Noce, il progetto prevede un intervento di relamping per le lanterne già esistenti: questi nuovi moduli LED sono dotati di ottiche rotosimmetriche che garantiscono una distribuzione uniforme della luce lungo il vicolo. Inoltre, sono stati previsti quattro apparecchi ad incasso da posizionare a pavimento per l’illuminazione della volta del sopportino. la loro installazione contribuirà a migliorare notevolmente la visibilità e la sicurezza all’interno del sopportico, creando un’atmosfera confortevole e invitante per chi lo attraversa. Infine, sono stati previsti quattro apparecchi ad incasso da posizionare a pavimento per l’illuminazione della volta del sopportino.

Non solo: saranno installati due totem digitali dotati di apposito software per la descrizione della chiesa ed un viaggio virtuale attraverso la sua storia. La pubblicazione tratterà la storia dello slargo antistante la Chiesa di Santa Sofia, oggi Piazza Matteotti e comunemente denominata piazza S. Sofia. La documentazione storiografica, la ricca documentazione iconografica e fotografica permetteranno di documentare e ripercorrere le trasformazioni architettoniche ed urbanistiche che l’hanno interessata: originariamente circondata da un alto muro che ne stabiliva la funzione di corte interna, alla caduta e ricostruzione del campanile, dall’originario frutteto alla pavimentazione in selciato e in particolare le trasformazioni operate nel breve periodo storico del principato di Talleyrand.

Annuncio

Correlati

redazione 1 giorno fa

A una cooperativa pugliese la custodia dell’Hortus, Perifano: “Perchè questa scelta? Nel Sannio non c’era nessuno?”

redazione 2 giorni fa

Venerdì 12 aprile chiuso al traffico veicolare un tratto di via Annunziata

Giammarco Feleppa 3 giorni fa

Benevento, custodia e manutenzione dell’Hortus Conclusus affidate ad una cooperativa pugliese

redazione 3 giorni fa

Delocalizzazione Terminal, Ambrosone: ‘Area Coni ottima soluzione, solo fermata alle spalle del Calandra. Pd in confusione’

Dall'autore

Giammarco Feleppa 23 ore fa

A Benevento arriva il ‘targa system 4.0 mobile’: è l’occhio elettronico contro le auto senza assicurazione e revisione

Giammarco Feleppa 1 giorno fa

Piazza Cardinal Pacca, presto attivazione dell’infopoint turistico e affidamento in gestione. Per il 2024 spesa fino a 10mila euro

Giammarco Feleppa 3 giorni fa

Benevento, custodia e manutenzione dell’Hortus Conclusus affidate ad una cooperativa pugliese

Giammarco Feleppa 5 giorni fa

Festival, Streghe, Bentorrone: dall’Agenda della Cultura e del Turismo un ricco cartellone di eventi a Benevento

Primo piano

redazione 6 ore fa

Custodia e guardiania dell’Hortus, Franzese a Perifano: ‘La cooperativa pugliese ha assunto due giovani beneventani’

Christian Frattasi 6 ore fa

Montesarchio, al Centro ‘Pollicino’ spazi di crescita e di inclusione per minori con i laboratori sensoriali

redazione 9 ore fa

Una pizzeria sannita sul podio al Campionato mondiale della pizza di Parma

Christian Frattasi 12 ore fa

Animali e natura come strumenti di cura: nel Sannio terapie per i bambini con i cavalli grazie al progetto Nitrì

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content