Home ENTI Comune di Benevento ‘Quando vengo a Benevento torno a casa’: consegnata la cittadinanza onoraria a...

‘Quando vengo a Benevento torno a casa’: consegnata la cittadinanza onoraria a De Giovanni

Pomeriggio di emozioni a Benevento per il conferimento della cittadinanza onoraria a Maurizio De Giovanni. Nel corso della cerimonia, lo scrittore napoletano ha parlato del suo legame con Benevento e della grandissima felicità per il riconoscimento che il Consiglio Comunale ha voluto tributargli all’unanimità.

Il drammaturgo ha raccontato la storia del nonno, sesto di undici figli, nato in un palazzo di Corso Garibaldi – come i fratelli – per mantenere in vita la tradizione che voleva che tutti i de Giovanni di Santa Severina vedessero la luce nell’antico palazzo del capoluogo.

Una storia che si rinnova oggi la consegna della cittadinanza onoraria, simbolo di un amore che non si è mai spezzato.

Il riconoscimento vuole porre l’accento soprattutto “sulla sua sensibilità, dedizione e attenzione alla storia e alla narrativa ambientata nel Mezzogiorno d’Italia, che hanno dato lustro all’intero territorio campano, in ragione degli alti riconoscimenti ottenuti per il pregio e per il rilievo culturale, artistico e sociale della sua produzione letteraria”.

Rispondendo ai giornalisti, de Giovanni si è detto a disposizione della città per la sua valorizzazione: “Viviamo in un territorio bellissimo – ha spiegato – bisogna trovare il modo di creare sinergie per crescere insieme”.

A rappresentare Palazzo Mosti durante la cerimonia, il presidente del Consiglio Comunale, Renato Parente, l’assessore alla Cultura, Antonella Tartaglia Polcini, e il sindaco Clemente Mastella che ha consegnato a De Giovanni la pergamena ufficiale del riconoscimento e un dono da parte del Comune.

E’ stata rinviata, invece, la cerimonia per la consegna della cittadinanza onoraria all’ambasciatore italiano in Ucraina, Pier Francesco Zazo. Prossimamente, però, il diplomatico farà visita alla città e in quell’occasione ci sarà la cerimonia per il conferimento del riconoscimento.

Articolo precedenteIl sannita Rossi aderisce alla Lega: ‘Elezioni, sostegno a Zinzi’
Articolo successivo“A Spasso nella storia”, sabato sera si inaugura il Trenino dell’Arte