fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

Provincia di Benevento

Occupazione del suolo pubblico: Provincia di Benevento e Marsec insieme per il monitoraggio contro gli abusi

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

Costerà poco più di 199mila euro ma si stima che possa ingrossare le casse della Provincia attraverso la rilevazione di abusi e infrazioni nell’occupazione abusiva del suolo provinciale e nell’installazione di impianti pubblicitari, che dovrà produrre successivamente la procedura del recupero crediti.

E’ il servizio di monitoraggio continuo della rete viaria provinciale basato su tecnologie innovative di telerilevamento che la Provincia di Benevento, ha attivato, in collaborazione con la stazione satellitare del Marsec già nell’ottobre del 2010 per individuare falsi incidenti stradali e che ha deciso di riproporre, attraverso una delibera dell’11 novembre scorso, per verificare l’applicazione dei canoni di occupazione del suolo e delle aree pubbliche.

La rimodulazione del progetto originale, che prevedeva l’utilizzo di una stazione mobile con videocamere su un percorso di 10mila km, si baserà sulla realizzazione di una banca dati dei passi carrabili e degli impianti pubblicitari censiti lungo il tratto viario provinciale integrata con i fogli catastali e su una campagna di monitoraggio stradale su 2500 km.

Secondo le previsioni dell’ente provinciale, l’attività di rilevazione, che sarà effettuata ancora una volta dal Marsec, incrementerà le entrate relative alla Cosap e metterà certamente più in guardia i malintenzionati.

Secondo un’analisi storica degli effetti del telerilevamento per contrastare il fenomeno delle false dichiarazioni di incidenti stradali, sembra che, proprio grazie al monitoraggio continuo, nel corso degli anni siano giunte alla Provincia sempre meno richieste di risarcimento danni per sinistri stradali e di contro la rimodulazione del progetto consentirebbe, secondo quanto si legge in premessa di delibera, di “ottimizzare l’impiego delle stazioni mobili per rilevare gli accessi stradali e l’impiantistica pubblicitaria in maniera da individuare particelle catastali e verificare l’applicazione della Cosap”.

Annuncio
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Correlati

Christian Frattasi 5 ore fa

San Bartolomeo in Galdo, l’istituto scolastico ‘Medi’ si trasferirà in via Costa

redazione 1 giorno fa

Benevento-Caserta, Lombardi: ‘Necessario rivedere decisione che danneggia gravemente aree interne’

redazione 1 giorno fa

GdF, il presidente della Provincia saluta il colonnello Bua e augura buon lavoro al comandante Sportelli

redazione 1 settimana fa

Benevento, ubriaco percorre contromano il raccordo autostradale: patente ritirata e furgone sequestrato

Dall'autore

redazione 2 ore fa

Disagi idrici in città, l’opposizione: ‘Non è priorità per l’amministrazione. Perché non se ne discute nel prossimo Consiglio?’

redazione 4 ore fa

Decreto ‘Salva Casa’, il senatore Matera relaziona in aula: ‘Misura a tutela della proprietà’

Christian Frattasi 5 ore fa

San Bartolomeo in Galdo, l’istituto scolastico ‘Medi’ si trasferirà in via Costa

redazione 5 ore fa

Attività chiusa al campo da rugby, il presidente Palumbo: ‘Comportamenti inaccettabili, si accertino responsabilità’

Primo piano

redazione 2 ore fa

Disagi idrici in città, l’opposizione: ‘Non è priorità per l’amministrazione. Perché non se ne discute nel prossimo Consiglio?’

Christian Frattasi 5 ore fa

San Bartolomeo in Galdo, l’istituto scolastico ‘Medi’ si trasferirà in via Costa

redazione 5 ore fa

Attività chiusa al campo da rugby, il presidente Palumbo: ‘Comportamenti inaccettabili, si accertino responsabilità’

redazione 5 ore fa

Airola, ancora problemi all’IPM. Il Sappe chiede trasferimento di minori detenuti e avvio dei lavori di ristrutturazione

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content