fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

Calcio

L’avversario di domani, la Ternana

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

Come di consueto, il sito del Benevento calcio in occazione degli incontri della squadra maggiore, in Prima Divisione, propone una interessante vigilia di informazioni storico-sportive dell’avversario di turno. Domani è la volta della Ternana.

***

Terni è un comune italiano di 113.270 abitanti, capoluogo dell’omonima provincia in Umbria. È il 41° Comune italiano per popolazione, il secondo comune della regione per popolazione. Città ad elevato tasso di sviluppo industriale sin dal XIX secolo, quando furono costituite le acciaierie, ha subìto pesanti bombardamenti nel corso della seconda guerra mondiale, che però non le hanno impedito di rimanere uno dei fulcri dell’economia dell’Umbria e della Nazione. È’ soprannominata “La Città d’Acciaio” e “La Manchester Italiana”. Terni è anche nota come la “Città degli Innamorati”, dato che San Valentino ne fu vescovo e le sue spoglie sono ivi custodite. Il fiume Velino è da considerarsi “Ternano” perché si getta nel Nera, il quale dà vita alle “Cascate delle Marmore” che vengono visitate giornalmente per la loro straordinaria bellezza naturale da migliaia di persone provenienti da ogni parte del mondo.Nel 1927 fu istituita la Provincia di Terni.

La Ternana Calcio 1925 S.p.A., nota semplicemente come Ternana, è una società calcistica di Terni, militante nel campionato di Lega Pro Prima Divisione. Al suo nome è legata la prima storica promozione di una squadra dell’Umbria nella massima serie del campionato italiano.

Il calcio a Terni nasce nei primi anni del 1900, ma non prende parte ad alcun campionato ufficiale. Una vera e propria società, viene creata però solo nel 1915, e porta il nome di Interamna Football Club, in onore del nome latino della città. Con l’avvento della I guerra mondiale la possibilità di giocare questo nuovo sport si ferma, per riprendere subito dopo la fine delle ostilità. Il primo torneo ufficiale, la terza divisione, viene disputato nel 1925 con il Terni FC che i rossoverdi vincono e insieme alla Tiferno di Città di Castello vengono promossi alla Seconda Divisione.

Seguiranno anni di gavetta tra i cadetti, e in una di queste stagioni la squadra sarà guidata, sotto la presidenza di Giorgio Taddei, da Luis Vinicio che iniziava allora la sua carriera di allenatore, prima della storica ascesa alla massima serie, ottenuta con la netta vittoria ottenuta sul Novara (3-1), il 18 giugno 1972, che spalanca ai rosso-verdi le porte della Serie A, storico traguardo mai raggiunto fino allora da nessuna squadra del comprensorio umbro. I meriti del prestigioso risultato, oltre alla bravura dei 18 atleti che compongono l’organico, sono principalmente da attribuire al credo tattico del tecnico Corrado Viciani, profeta di quel “gioco corto” che ubriaca gli avversari e manda in tripudio un’intera città. L’anno dopo subito retrocessione in B ed immediata nuova promozione in A. Poi iniziano gli anni più difficili per la formazione umbra che solo nel 1997/98 riemerge in serie B, dove vi rimane, dopo un ripescaggio, sino alla stagione 2005/06, per poi stazionare fra la serie C1 e Prima divisione. Nella scorsa stagione viene retrocessa dopo i playout persi nel derby umbro dal Foligno, con vittoria di quest’ultimi all’andata per 1-0 e pareggio per 1-1 al Liberati di Terni. In definitiva il palmares della Ternana viene riassunto come di seguito: due partecipazioni alla serie A, 22 in serie B, 38 in Lega Pro (C1, 1^ Divisione, C2) e 14 in serie D o IV Serie. Altro risultato di prestigio la Ternana l’ebbe nella stagione 1937//38 con la vittoria nella Coppa Italia Centrale. La denominazione dell’epoca era “Mario Umberto Baconin Borzacchini”, in memoria del campione di automobilismo ternano. La vittoria finale giunse dopo un duplice spareggio con la Sambenedettese. La prima partita si concluse sul 2-2, mentre nella seconda la formazione umbra si aggiudicò l’incontro per 2-1. Infine, nel 1980/81 fu finalista della Coppa Italia di serie C contro l’Arezzo. Nella gara di andata la Ternana vinse per 1-0, al ritorno, in Toscana, dopo i tempi supplementari venne sconfitta per 2-0.

I PRECEDENTI
Ad oggi, Benevento e Ternana si sono affrontate 16 volte: SETTE vittorie per i giallorossi, di cui una in trasferta, TRE vittorie per i rossoverdi, nessuna in trasferta. SEI pareggi, per il Benevento quattro fuori casa (due 0-0), i rimanenti due la Ternana, ovviamente, li ha ottenuto a Benevento con il risultato di 1-1.

Annuncio
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Correlati

Antonio Corbo 2 mesi fa

Da imbianchino a imprenditore di successo. Guido Sparandeo tra auto e calcio: “Il primo salone nel ’77. La Strega? Gioie e dolori. Ma lo rifarei ancora”

redazione 2 mesi fa

C’è Benevento-Monopoli: sabato chiusura anticipata del mercato di Santa Colomba

redazione 3 mesi fa

Tra calcio, economia e imprenditoria. I ricordi di Gian Raffaele Cotroneo: “La gioia più bella? La promozione in C2”

redazione 5 mesi fa

Calcio: l’Europa vuole eliminare i blocchi geografici per lo streaming

Dall'autore

redazione 3 ore fa

Wg flash 24 del 30 maggio 2024

redazione 3 ore fa

A Fragneto L’Abate asilo ed elementari chiusi venerdì 31 maggio per sospensione servizio elettrico

redazione 11 ore fa

Coppia di San Giorgio del Sannio gioca ad ‘Affari tuoi’, ma non rischia: accetta 20mila euro, ma nel suo pacco c’erano i 300mila

Antonio Corbo 13 ore fa

Benevento, il ritorno del ministro Sangiuliano: “Sul Museo Egizio pronti a nuovi finanziamenti”. I dubbi di Viespoli: “Seguirei altra strada”

Primo piano

redazione 3 ore fa

Wg flash 24 del 30 maggio 2024

redazione 11 ore fa

Coppia di San Giorgio del Sannio gioca ad ‘Affari tuoi’, ma non rischia: accetta 20mila euro, ma nel suo pacco c’erano i 300mila

Antonio Corbo 13 ore fa

Benevento, il ritorno del ministro Sangiuliano: “Sul Museo Egizio pronti a nuovi finanziamenti”. I dubbi di Viespoli: “Seguirei altra strada”

redazione 14 ore fa

Grandinata su Castelvenere: danneggiati 100 ettari di vigneti. Sindaco chiede riconoscimento stato di calamità naturale

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content