fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

POLITICA

Benevento, il ritorno del ministro Sangiuliano: “Sul Museo Egizio pronti a nuovi finanziamenti”. I dubbi di Viespoli: “Seguirei altra strada”

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

Nuovo tour nel Sannio per Gennaro Sangiuliano. Dopo la visita istituzionale a Benevento dello scorso ottobre, in occasione della riapertura dell’Hortus Conclusus, il ministro della Cultura del Governo Meloni ha partecipato questo pomeriggio a una iniziativa promossa da MezzogiornoNazionale. “Il valore del territorio nella dimensione europea” l’incipit dell’evento tenutosi presso le Fabbriche Riunite, al rione Ferrovia e che ha visto protagonista anche Raffaella Docimo, candidata di Fratelli d’Italia per un seggio a Bruxelles. Insomma, un incontro dal carattere prettamente politico. La presenza di Sangiuliano, però, come inevitabile, si è rivelata utile anche a fare il punto sull’istituzione del Museo Egizio di Benevento. Istituzione sempre più prossima, anche per volontà del Dicastero guidato da Sangiuliano: “Per volontà mia il Museo Egizio è stato inserito nei grandi progetti. E’ stata inoltre coinvolta una personalità autorevole come Christian Greco, direttore del Museo Egizio. C’è stato un primo finanziamento e se servirà ne arriveranno altri”.

Quanto alla politica politicante, il ministro ha ribadito che la corsa per palazzo Santa Lucia non gli interessa. E questo in barba ai tanti che continuano a indicarlo come possibile candidato presidente del centrodestra: “Farò il ministro della Cultura fino al 2032, per il governo Meloni 1 e Meloni 2, considerato che vinceremo anche le prossime elezioni politiche”.

Ad accogliere Sangiuliano è stato Pasquale Viespoli, presidente di MezzogiornoNazionale. “Il nostro è un rapporto nato negli anni settanta. E segnato da tanta stima e da una continua dialettica” – ha rimarcato il ministro parlando alla sala. Non si sarà stupito, allora, nel registrare le perplessità che proprio Viespoli nutre sul lavoro messo in campo proprio per il Museo Egizio: “Noi abbiamo un altro museo che è quello di Montesarchio e che attira più visitatori del Museo del Sannio. Dovremmo fare filiera istituzionale e dunque prima di arrivare a Torino io passerei per Montesarchio. E questo perché nutro qualche dubbio sull’opportunità, sull’attrattività e sulla competitività di una istituzione autonoma, anche perché la sezione egizia del Museo del Sannio non mi pare sia stata adeguatamente valorizzata. E poi c’è l’altra questione: dovremmo dialogare con il Mediterraneo e quindi è con il Museo Egizio del Cairo che bisogna gemellarsi”.

Annuncio

Dall'autore

Antonio Corbo 2 giorni fa

‘Tierra Samnium Golf Club’, via libera all’Accordo di Programma. L’opposizione lascia l’aula, Mastella: “Infantilismo politico”

Antonio Corbo 3 giorni fa

I 25 anni in toga di Angelo Leone, avvocato penalista: “Certe vicende ti segnano ma in Aula bisogna restare distanti. No a un cliente? I reati non si scelgono”

Antonio Corbo 6 giorni fa

FI canta vittoria, Rubano ‘prenota’ Rocca e palazzo Mosti: “Cadrà prima”. Martusciello punta la Regione: “A disposizione”

Antonio Corbo 7 giorni fa

Europee, il Pd: “Noi tra i vincitori. Mastella? Ha perso”. E da Abbate replica al veleno agli ex compagni di partito

Primo piano

redazione 10 minuti fa

In casa con smartphone, attrezzi agricoli, anfore e materiale di dubbia provenienza: 30enne nei guai per ricettazione

redazione 3 ore fa

Wg flash 24 del 19 giugno 2024

redazione 15 ore fa

Telesina, scontro tra auto e camion: ferito poliziotto sannita 38enne

redazione 16 ore fa

Benevento, api salvate e veranda liberata: da Capodimonte storia a lieto fine per la signora Lucia

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content