fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

ECONOMIA

Inserimento lavorativo dei detenuti: patto a cinque tra carcere, Confindustria, Comune, Asia ed Erbagil

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

Favorire la rieducazione e l’inserimento socio-lavorativo di detenuti in condizione di vulnerabilità, tramite la promozione di percorsi formativi e opportunità di lavoro all’interno del carcere. Questo l’obiettivo del Protocollo di intesa sottoscritto questa mattina tra la Casa Circondariale di Benevento, Confindustria, Comune, Asia ed Erbagil. Un patto a cinque con compiti ben definiti per ciascuno e vantaggi per tutti. Anche per la comunità beneventana, come spiegato dall’assessore all’Ambiente di palazzo Mosti Alessandro Rosa: “E’ importante tendere una mano e aiutare. E poi il compost prodotto sarà rivenduto ad altre aziende della Confindustria e il ricavato ci consentirà di abbassare la Tari”.
E per restare nel campo d’azione del Comune, coinvolta nel progetto è anche l’Asia. A raccontare come e perchè è stato l’amministratore unico Donato Madaro: “Metteremo a regime una compostiera fornitaci dalla Regione Campania e che verrà installata negli spazi del carcere. La compostiera sarà gestita dai detenuti, con gli operatori Asia che supporteranno il tutto”.
Un ruolo centrale nel progetto lo svolgerà l’Erbagil che avvalendosi del personale reclutato all’interno del carcere e utilizzando gli spazi verdi messi a disposizione dell’Istituto Penitenziario coltiverà piante officinali. Entusiasta del progetto Gianfranco Marcello, direttore della struttura di Capodimonte: “Questo protocollo ha una doppia valenza perchè determina sia formazione professionale che inserimento lavorativo”.
Ad ospitare la firma del protocollo il quartier generale degli imprenditori sanniti in piazza Colonna. A fare gli onori di casa il presidente dell’associazione degli industriali Oreste Vigorito: “Al mio insediamento, tre anni fa, dissi ai colleghi che imprenditori che nostro compito era mettere al centro l’uomo. E’ quello che stiamo facendo”.

Di seguito la scheda tecnica del progetto:

SOTTOSCRITTORI: CASA CIRCONDARIALE di BENEVENTO, CONFINDUSTRIA BENEVENTO, COMUNE DI BENEVENTO, ASIA BENEVENTO SPA, ERBAGIL TENUTA SRL
OBIETTIVI Favorire la rieducazione e l’inserimento socio-lavorativo di detenuti in condizione di vulnerabilità, tramite la promozione di percorsi formativi e opportunità di lavoro all’interno del carcere.
ATTIVITA’ DELLE PARTI – COMUNE DI BENEVENTO si impegna: a destinare ad ASIA Benevento Spa, quale gestore del servizio pubblico di raccolta dei rifiuti urbani una compostiera di comunità.

ASIA BENEVENTO si impegna: a gestire la compostiera assegnata dal Comune di Benevento e fornita alla Casa Circondariale di Benevento per la raccolta della frazione organica proveniente dalle cucine e dalle mense della Casa Circondariale, per la successiva trasformazione in compost che sarà venduto dalla stessa ASIA Spa alla società Erbagil Tenuta per la coltura di piante officinali anche all’interno delle aree verdi della casa Circondariale; a gestire la compostiera mediante il personale messo a disposizione della Regione Campania con stage formativi di affiancamento per gli ospiti della struttura penitenziaria.

ERBAGIL TENUTA SRL si impegna: ad utilizzare gli spazi verdi messi a disposizione dell’Istituto penitenziario per mettere a dimora le piante officinali del Matese, valendosi del personale reclutato tra i soggetti ristretti all’interno della Casa Circondariale; ad assumere un contingente di detenuti ritenuto adeguato alle esigenze della produzione; ad utilizzare il compost prodotto dalla compostiera di comunità installata e gestita dall’Asia Benevento Spa all’interno della Casa Circondariale per la coltivazione delle piante officinali.

CASA CIRCONADARIALE di BENEVENTO si impegna: ad individuare e ad assegnare, a titolo di comodato d’uso, gli spazi per la messa a punto della compostiera e per la coltivazione delle piante officinali.

CONFINDUSTRIA BENEVENTO si impegna: a collaborare per l’attività di promozione e comunicazione del Protocollo; a svolgere attività di raccordo tra le Parti firmatarie del Protocollo; ad informare le aziende associate delle opportunità di avvalersi di manodopera
detenuta e di organizzare e gestire le officine e i laboratori all’interno degli istituti penitenziari.

 

Annuncio

Correlati

Christian Frattasi 1 mese fa

Suicidi in carcere, anche a Benevento un presidio per sensibilizzare la società e la politica sul tema

Dall'autore

redazione 59 minuti fa

Reportages Storia & Società, a Benevento la conferenza d’apertura ‘Donne e giornalismo’

redazione 1 ora fa

Sardisco (Pro Loco Telesia) eletto nell’Unpli Campania: gli auguri del sindaco di Telese

redazione 3 ore fa

‘Sos Genitori’ – Quando preoccuparsi se i bambini agitano le mani

redazione 15 ore fa

Lunedì Salvini a Guardia Sanframondi. Barone: ‘Grazie per il costante impegno per il territorio’

Primo piano

redazione 59 minuti fa

Reportages Storia & Società, a Benevento la conferenza d’apertura ‘Donne e giornalismo’

redazione 3 ore fa

‘Sos Genitori’ – Quando preoccuparsi se i bambini agitano le mani

Marco Staglianò 3 ore fa

Gli ultimi sondaggi e la nuova Margherita di Mastella: torna quasi tutto. Quasi

redazione 15 ore fa

Lunedì Salvini a Guardia Sanframondi. Barone: ‘Grazie per il costante impegno per il territorio’

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content