fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

CULTURA

Marco D’Amore a Benevento per presentare ‘Caracas’, suo secondo film alla regia

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

L’attore e regista Marco D’Amore ritorna a Benevento ospite della Bct Academy e dell’Università degli Studi del Sannio. L’artista, reso celebre con l’interpretazione di ‘Ciro l’Immortale’ nella nota serie Gomorra, sarà in città martedì 23 gennaio alle 11, per presentare il film ‘Caracas’.

Una pellicola, diretta dallo stesso D’Amore, che veste anche i panni di protagonista al fianco di Toni Servillo con il quale aveva già recitato nel capolavoro ‘Una vita tranquilla’ di Claudio Cupellini. Un appuntamento precedentemente in programma a Palazzo De Simone, in piazza Arechi II, ma che è stato spostato al Teatro Comunale di corso Garibaldi per l’elevato numero di richieste da parte di studenti universitari e istituti scolastici di secondo grado.

Nel corso dell’appuntamento, dal titolo “Caracas – dalla pagina allo schermo”,  Marco D’Amore racconterà le fasi di lavorazione che hanno contraddistinto il percorso del suo ultimo film: dalla scrittura della sceneggiatura fino al montaggio finale. 

Momento clou sarà sicuramente la visione in anteprima del trailer e quella relativa ad una scena madre sulla quale sarà basato il dibattito con gli studenti, focalizzando l’attenzione sulla recitazione e sulla grammatica cinematografica scelta.

Caracas – tratto dal romanzo “Napoli Ferrovia” di Ermanno Rea – è un film drammatico che parla di Giordano Fonte, scrittore napoletano che si aggira in una Napoli che inghiotte e terrorizza ma allo stesso tempo affascina, una città che non riconosce più dopo esservi tornato dopo molti anni. Ma non è solo. Con lui c’è Caracas, un uomo che milita nell’estrema destra e che sta per convertirsi all’Islam, alla ricerca di una verità sull’esistenza che non sa trovare. Giordano canta l’amore impossibile tra Caracas e Yasmina attraversando una città dove tutti sperano di non perdersi, di salvarsi. Tutti, anche Caracas e Giordano, sognano di poter aprire gli occhi dopo un incubo e scorgere, dopo il buio della notte, una giornata piena di luce.

Annuncio

Correlati

redazione 4 giorni fa

A Sant’Agata de’ Goti corso di formazione politica “Res Publica”: “Non bisogna avere paura dell’AI”

redazione 1 settimana fa

Al BCT di Benevento un super ospite internazionale: è Pedro Alonso, il ‘Berlino’ de La Casa di Carta

redazione 2 settimane fa

L’Hortus Conclusus si trasforma in un’aula di Tribunale per gli studenti di Giurisprudenza dell’Unisannio

redazione 2 settimane fa

Un patto tra Unisannio e Asl per contrastare il disagio psicologico degli studenti

Dall'autore

Christian Frattasi 12 minuti fa

Suicidi in carcere, anche a Benevento un presidio per sensibilizzare la società e la politica sul tema

Christian Frattasi 7 ore fa

A Benevento il Garante dei Diritti dei Disabili: ‘Qui per conoscere il mondo del volontariato locale e ascoltare proposte’

Christian Frattasi 2 giorni fa

Gli studenti dell’ITI Lucarelli alla scoperta dell’Hortus Conclusus: monitoraggio civico su restauro e fondi Pics, ma anche contest di lettura

Christian Frattasi 3 giorni fa

Benevento, protestano i lavoratori della Biblioteca provinciale: ‘Chiediamo l’intervento della Rocca’

Primo piano

Christian Frattasi 12 minuti fa

Suicidi in carcere, anche a Benevento un presidio per sensibilizzare la società e la politica sul tema

Antonio Corbo 42 minuti fa

‘Amici dei Musei’, al via il nuovo corso: “La priorità? Santa Sofia, non è patrimonio della Curia ma dell’Umanità”

redazione 1 ora fa

Sannio, ancora maltempo: venerdì con pioggia e temporali

redazione 2 ore fa

Benevento, spacciava crack e cocaina con lanci dalla finestra di casa: arrestato 33enne

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content