fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

CULTURA

Internet e legalità: dal web che conosciamo al web che non vediamo

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

Molti pensano erroneamente che Internet sia un mondo alla luce del sole, ovvero interamente navigabile da chiunque. In realtà è l’esatto contrario, considerando che solo il 10% dei siti web in rete viene indicizzato da Google, e tutto il resto rimane lì, invisibile ai nostri occhi. Questo discorso fa ovviamente sorgere delle perplessità in merito alla legalità dei siti web che non vediamo: come possono essere fatte rispettare le leggi, se la maggior parte dei portali non è raggiungibile tramite motori di ricerca? Un discorso che, poi, riguarda anche parte dei siti visibili su Google, tutt’altro che immacolati.

Deep Web: scopriamo l’Internet nascosto – Immaginate Internet come un Iceberg, del quale solo la punta emerge e appare dunque visibile. Quella punta è rappresentata da tutti i siti indicizzati dai motori di ricerca, che da soli basterebbero per riempire migliaia delle nostre vite. Eppure, il 90% dei siti Internet risiedono in quella parte sommersa e profonda, nota come Deep Web: una rete alternativa alla quale è possibile accedere solo tramite particolari protocolli detti Onion (a cipolla), composti da nodi che assicurano il totale mantenimento della privacy di chi vi accede. Qui si trova di tutto, dagli e-commerce che vendono droghe e armi, fino ad arrivare agli hacker ingaggiabili in cambio di bitcoin. È un mondo ai più sconosciuto, dove persino gli organi di polizia faticano a muoversi.

Non solo web profondo: anche Google ha i suoi scheletri – Google ha un obiettivo chiaro: favorire il posizionamento dei siti meritori, che possono risultare utili agli utenti. Nel caso dei casinò online, ad esempio, basta cercare keyword relative ai trucchi per i giochi di carte e trovare numerosi articoli che incitano alle truffe. Anche quando vengono promessi sconti o regali bisogna stare attenti e fidarsi solo dei bonus di benvenuto di casinò noti come 888casino.it, un sito riconosciuto dall’AAMS che permette di giocare in tutta sicurezza. In altri termini, anche Google non riesce sempre ad identificare i contenuti utili e legali, da quelli che invece hanno il solo scopo di truffare l’utente. Almeno in questo caso, però, la legge ha le mani libere e tutte le informazioni per intervenire.

Ancora Deep Web: ecco perché non accedervi – Questo articolo potrebbe aver stuzzicato la vostra fantasia, facendovi sorgere la tentazione di fare un giretto per i meandri oscuri del Deep Web: noi non solo non vi diremo come farlo, ma vi diremo anche perché non farlo. Innanzitutto perché qui basta una parola fuori posto, o un contatto sbagliato, per cadere in truffe di enorme portata, considerando che il Deep Web è la casa degli hacker. Anche facendo attenzione, non riuscireste mai ad individuare i siti illegali, perché cambiano continuamente indirizzo alfanumerico per proteggersi dagli “spioni” e dalla polizia, e perché vengono resi noti solo a chi fa già parte della cerchia.

Annuncio
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Correlati

redazione 4 giorni fa

Realizzazione siti web Roma: come creare la tua presenza online nella capitale

redazione 2 settimane fa

Core web vitals: cosa sono e come ottimizzarli per un sito web

redazione 3 settimane fa

A Baselice la scuola fa visita ai carabinieri

redazione 3 mesi fa

Al Lombardi di Airola molteplici iniziative per promuovere la cultura della legalità

Dall'autore

redazione 11 ore fa

Amorosi, c’è la nuova giunta Cacchillo: Roscia vice sindaco e assessore. Nell’esecutivo anche Parente

redazione 11 ore fa

Riverberi: domani a Castelpoto il concerto di Eugenio Finardi

redazione 11 ore fa

Avvio contrattazione al Comune di Montesarchio: soddisfazione della CISL FP Irpinia Sannio

redazione 11 ore fa

‘Come la luce dell’alba’, la Napoli degli anni settanta nel libro di Pio Russo Krauss: “Un uomo di fede deve stare dalla parte degli ultimi”

Primo piano

Christian Frattasi 23 minuti fa

Una pizza ‘Made in Sannio’ surgelata e di qualità: la storia di Bottega Russo, azienda che ora punta ai mercati internazionali

Giammarco Feleppa 10 ore fa

Benevento ricorda Esther, vittima della schiavitù della strada: 8 anni fa fu uccisa con 5 colpi di pistola e gettata sui binari

redazione 12 ore fa

Udc: Cesa nomina Antonio Verga commissario provinciale

redazione 17 ore fa

Benevento, fermati senza patente e a bordo di uno scooter rubato: denuncia e foglio di via per due 19enni

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content