Home ECONOMIA Kosovo e Sannio più vicini con l’energia eolica: l’ambasciatore Lama in visita...

Kosovo e Sannio più vicini con l’energia eolica: l’ambasciatore Lama in visita a Idnamic

Sono molteplici le opportunità in Kosovo per gli imprenditori che si occupano di energie rinnovabili e in particolare dell’energia eolica.

E’ quanto emerso dall’incontro che l’ambasciatore della Repubblica del Kosovo, Alma Lama, ha avuto presso Idnamic di Pietrelcina, leader mondiale di installazione di torri per la misurazione del vento, con gli amministratori delegati, Claudio Monteforte e Maurizio Panfilo Corvino.

Da quanto dichiarato dall’ambasciatore Lama, che ha rimarcato il forte rapporto di amicizia con l’Italia e da ora anche con il Sannio, il settore avrebbe ottime potenzialità di crescita sia in termini di agevolazioni finanziarie provenienti dai fondi europei che in termini di competitività, non essendo ancora presente sul territorio aziende di questo comparto. A breve, inoltre, ci sarà la costituzione della Camera di Commercio Italia Estero per il Kosovo per favorire informazioni utili all’interscambio.

“La nostra idea – ha dichiarato l’amministratore delegato, Claudio Monteforte nel presentare le attività dell’azienda- è quella di realizzare una mappa eolica per favorire gli investitori e far conoscere la potenzialità che il Kosovo può offrire.”

Prossima tappa per approfondire la strategie di interscambio sarà la vista all’ambasciata del Kosovo a Roma.

All’incontro erano presenti, tra gli altri, le forze dell’ordine e il sindaco di Pietrelcina, Domenico Masone, che ha salutato positivamente la futura collaborazione economico-commerciale tra i due territori basata sulla trasparenza e sulla professionalità.

Nel presentare il paese natale di San Pio, Masone ha poi invitato l’ambasciatore Lama ad essere madrina dell’inaugurazione della piazza intitolata a Santa Madre Teresa di Calcutta appena ultimati i lavori, “a suggello – ha detto – del legame e della comunanza tra i due paesi con la santa originaria dei Balcani.”

Le dichiarazioni nel servizio video

Articolo precedente“La giornata dell’Arte” dell’I.C. ‘San Giovanni Bosco’ al suo terzo appuntamento
Articolo successivoBenevento-Spezia, accolta la richiesta di ampliamento dei posti al “Ciro Vigorito”

1 COMMENTO

  1. Ma come si può presentare in questo modo la questione?
    Ora che il nostro bel paesaggio sannita è stato ampiamente distrutto, certo ci si può accomodare altrove. AUGURI !!! Non credo che ve lo faranno fare tanto facilmente!
    Che ambasciatrice è, una che che fa finta di credere che l’eolico salvaguarda l’ambiente?
    Ma dove vive?
    La Carinzia fa la propria pubblicità turistica sulle tv italiane presentando il suo paesaggio bellissimo ed intatto. Quindi noi dovremmo andar li per vedere delle montagne non deturpate.
    Non sanno gli italiani che la maggior parte delle imprese che impiantano le pale eoliche nel nostro territorio, provengono proprio da quelle zone. Vengono da noi perché da loro le pale eoliche non le fanno mettere. In quelle zone si è consapevoli che il paesaggio va salvaguardato! Il paesaggio è una delle poche ricchezze veramente inesauribili, se non lo si deturpa. Noi abbiamo già avete fatto scempio del nostro, così adesso non vi rimane che andare da un’altra parte.
    Di nuovo AUGURI!! cari amministratori delegati! sindaci! e ambasciatrici!!!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here