fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

Valle Vitulanese

Foglianise, liceo Virgilio a rischio chiusura. La lettera del personale: “Siamo nella valle delle occasioni mancate”

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

“È stata soppressa l’unica classe prima del Liceo scientifico di Foglianise, sede distaccata del IIS Virgilio di Benevento. Su una segnalazione anonima giunta all’U.S.R. (Ufficio scolastico regionale), rispetto alla quale siamo in attesa di chiarimenti in nome della trasparenza degli atti amministrativi, è stata decretata la fine di una classe ad anno scolastico iniziato e con essa quasi sicuramente la fine del Liceo stesso”. Inizia così la lunga nota inviata alla stampa dal personale del Liceo Scientifico di Foglianise.

“È stato inferto un grave colpo – scrive – ad una scuola che cerca in tutti i modi di resistere ad un piano di razionalizzazione che tende a cancellare scuole sottodimensionate, pur importanti, presenti sui territori, in nome di un’economia dei soldi e dei numeri che spesso ignora le realtà locali.

Non c’era il numero legale, pur essendoci state numerose iscrizioni poi svaporate attraverso nulla osta a favore di scuole del capoluogo. A nulla sono valse le rimostranze dei genitori che avevano creduto in questa scuola, avevano acquistato libri che pesano parecchio sui bilanci familiari e sostenuto altre spese, ma soprattutto, hanno visto non riconosciuto il loro diritto di potersi avvalere di una istituzione presente sul territorio ad anno iniziato.

A nulla è servito il disagio, il malessere degli alunni che avevano iniziato ad ambientarsi con tanti bei discorsi sull’accoglienza e che invece sono stati “smistati” in fretta e furia presso altri istituti del capoluogo, costretti ad essere assegnati a classi spesso numerose, nel nome di una presunta efficienza dei servizi scolastici presenti nei centri maggiori.

A nulla – prosegue il comunicato – serve il fatto che alcuni docenti siano stati assegnati a questa scuola per il loro anno di immissione in ruolo, con ore nella classe prima, e abbiano affrontato spese di sistemazione provenendo da fuori provincia come prevedono i nuovi provvedimenti legislativi riguardo alle nuove immissioni in ruolo. Ora saranno “spalmati” alla meglio maniera in perfetto rispetto della nostra bistrattata categoria.

Ma, certo, la realtà è altra e contano i numeri e i costi che comunque gravano sulla comunità. Il Liceo scientifico di Foglianise è una scuola di provincia, situato nella Valle vitulanese la quale accorpa diversi comuni: Campoli del M. T., Tocco Caudio, Cautano, Vitulano, Foglianise, Torrecuso, Paupisi e Castelpoto.

Una scuola aperta, libera ed inclusiva, come dovrebbe essere ogni altra scuola; l’unica scuola media superiore nella zona. Esiste da 45 anni e, sebbene non abbia una propria sede, ha comunque una sistemazione dignitosa, soprattutto se si pensa ad alcuni edifici scolastici del capoluogo non in regola con le norme di sicurezza o peggio alle molte sedi distaccate di certe scuole alloggiate in condizioni al limite della legalità.

Ha visto avvicendarsi – continua la nota – ottimi insegnanti il cui ricordo è ancora vivo nella comunità tutta e, soprattutto, in noi che abbiamo raccolto la loro eredità e la onoriamo col nostro lavoro di tutti i giorni. Ha diplomato centinaia di alunni, la maggior parte dei quali ha portato a termine brillantemente gli studi universitari, mentre altri hanno cercato di entrare da subito nel mondo del lavoro e, oggi, tutti si distinguono per i loro meriti. Ha offerto qualità d’insegnamento e servizi, ha creato stimoli e occasioni condivise secondi a nessun’altra scuola

Mostra sensibilità ed apertura nei confronti di chi proviene da altre culture, attivando nuove progettualità e collaborando con organizzazioni di volontariato, ultima il C.E.S.V.O.B., in partenariato al progetto ‘Le finestre sul mondo’ promosso dalla ong ENGIM.

Ha fatto e fa cultura in un territorio che non ha molto altro da offrire alle giovani generazioni, utilizzando al meglio le magre risorse che le politiche dei governi che si avvicendano mettono a disposizione per l’istruzione. Non una biblioteca comunale fornita che funzioni, che ospiti autori, che crei eventi di ampio respiro, non un centro di cultura in cui ritrovarsi per confrontarsi e discutere, creare stimoli, avanzare proposte, progettualità.

Non uno spazio pubblico per fare teatro, un auditorium, un centro sociale destinato ai giovani, un centro sportivo ben funzionante, una piscina, niente di tutto questo.

Tutto poggia sull’iniziativa privata laddove c’è, in assenza bisogna portare in città i nostri ragazzi perché si avvalgano di qualche servizio in più. Le poche agenzie culturali presenti arrancano con pochi fondi e fra mille difficoltà. Eppure sarebbe bastata una politica meno miope e più aperta ai giovani da parte di tutti gli amministratori della Valle per sostenere questa scuola che ha aiutato a far crescere tanti ragazzi, ma, tranne poche eccezioni, così non è stato.

Una scuola è una grande occasione ed una risorsa per un territorio che non ha molto altro da offrire alle giovani generazioni, è un baluardo contro il degrado, le cattive abitudini, i comportamenti a rischio. Molte famiglie hanno preferito iscrivere i propri figli nella città capoluogo, sfiduciando una scuola che ha fatto di tutto per incoraggiare i giovani ad apprezzare il luogo in cui vivono e a valorizzarlo col loro esserci, perché è dai giovani che prende avvio il domani e si definisce il presente.

Ringraziamo chi ha avuto fiducia in noi e ci ha affidato i propri figli – conclude il personale – perché li aiutassimo a crescere, a diventare maturi, non solo acquisendo conoscenze e competenze, ma responsabilizzandoli, stimolando il loro senso critico, l’apertura verso l’altro, accrescendone l’umanità, perché questo è soprattutto il compito di noi insegnanti e di una scuola che vuole essere libera, laica ed inclusiva.

Il personale del Liceo ha fatto di tutto per offrire un servizio utile al territorio, continua a resistere con dignità ed etica professionale nella speranza che questa scuola possa continuare ad esistere e ad attendere alla propria funzione con le giovani generazioni”.

Annuncio
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Correlati

redazione 2 mesi fa

Studenti del Rummo di Benevento vicini ai colleghi del Galilei-Vetrone, Tranfa: ‘Situazione che desta incredulità’

redazione 3 mesi fa

Foglianise, Antonio Lombardi nuovo commissario cittadino per Forza Italia

redazione 7 mesi fa

Foglianise, gli Amici del Rampino fanno splendere la croce dell’eremo di San Michele Arcangelo

Christian Frattasi 8 mesi fa

Foglianise, le fiamme distruggono la loro abitazione. L’amministrazione comunale fa partire la macchina solidale

Dall'autore

redazione 52 minuti fa

Il sindaco di Limatola Parisi: ‘Consiglio comunale unanime per salvare l’ospedale di Sant’Agata de’ Goti’

redazione 2 ore fa

A Faicchio torna “Medievalia”, in programma dal 22 al 25 agosto

redazione 2 ore fa

Sorrentino (NdC): “Critiche da FdI al tentativo d’inciucio FI-Pd, è giusto”

redazione 4 ore fa

Benevento: precipitazioni temporalesche, emanato un avviso sindacale per l’allerta

Primo piano

redazione 2 ore fa

A Faicchio torna “Medievalia”, in programma dal 22 al 25 agosto

redazione 4 ore fa

Benevento: precipitazioni temporalesche, emanato un avviso sindacale per l’allerta

redazione 4 ore fa

Autonomia differenziata, Mastella: ‘Sottoscriverò referendum, è dovere politico e istituzionale’

redazione 5 ore fa

Benevento, lite alla stazione Centrale: foglio di via per tre donne

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content