fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

Associazioni

‘Basta con i tanti privilegi dei parlamentari’

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

“Dopo decenni e decenni – si legge in una nota del Movimento Città Sostenibile – viene tolto il segreto su quanto costa a noi contribuenti l’assistenza sanitaria integrativa dei deputati Italiani. Si tratta di costi per cure che non vengono erogate dal sistema sanitario nazionale (le cui prestazioni sono gratis o al più pari al ticket), ma da una assistenza privata finanziata da Montecitorio.
Va detto ancora che la Camera assicura un rimborso sanitario privato non solo ai 630 onorevoli, ma anche a 1109 loro familiari compresi (per volontà dell’ex presidente della Camera Pier Ferdinando Casini) i  conviventi more uxorio.

Ebbene, nel 2010, i nostri “bravi deputati” e parenti vari hanno speso complessivamente 10 milioni e 117mila euro, così suddivisi:

Tre milioni e 92mila euro per spese odontoiatriche;

Oltre tre milioni per ricoveri e interventi (eseguiti dunque non in ospedali o strutture convenzionati dove non si paga, ma in cliniche private);

Quasi un milione di euro (976mila euro, per la precisione), per fisioterapia;

698mila euro per visite varie;

Quattrocentottantotto mila euro per occhiali e 257mila per far fronte, con la psicoterapia, ai  problemi psicologici e psichiatrici di deputati e dei loro familiari.

28mila e  138 euro per curare i problemi delle vene varicose (voce “sclerosante”);

3mila e 636 euro per visite omeopatiche. I deputati si sono anche fatti curare in strutture del servizio sanitario nazionale, e dunque hanno chiesto il rimborso all’assistenza integrativa del Parlamento per 153mila euro di ticket. Ma non tutti i numeri sull’assistenza sanitaria privata dei deputati, tuttavia, sono stati desecretati.

E non è tutto altro ancora è di privilegio a questi politicanti, previsto dal ‘fondo di solidarietà sanitaria,  mentre i cittadini sono costretti a pagare tutto, e in specialmodo i portatori di handicap, che dopo il danno, subiscono anche la beffa di questa classe politica miope e incapace.

Tutto questo per noi del Movimento Città Sostenibile è una vergogna. Infatti non riteniamo, che la Camera debba provvedere a dare  una assicurazione integrativa. Ogni deputato potrebbe benissimo farsela  per conto proprio avendo gia l’assistenza che hanno tutti i cittadini  italiani.

Se gli onorevoli vogliono qualcosa di più dei cittadini italiani, possono pagarselo loro, visto che già dispongono di un rimborso di  25 mila euro mensili, e farsi un’assicurazione privata. Non si capisce  perché questa ‘mutua integrativa la debba pagare la Camera facendola  gestire direttamente dai Questori”.
Secondo noi basterebbe  semplicemente non prevederla e quindi far risparmiare alla collettività  dieci milioni di euro all’anno.  Mentre  a noi   tagliano  sull’assistenza  sanitaria e  sociale  è deprimente e scandaloso scoprire che alla casta  rimborsano  anche massaggi e chirurgie plastiche private e sempre nel massimo silenzio dei rossi, dei bianchi, degli azzurri e dei “professori” verdi della Valle del Po.

E non finisce qua, per loro è sempre festa. Ecco il loro orticello:

1. stipendio euro  19.150,00 al mese , stipendio base circa euro 9.980,00 al mese , portaborse circa euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o familiare), rimborso spese affitto circa euro 2.900,00 al mese, indennita’ di carica (da euro 335,00 circa a euro 6.455,00)  tutti esentasse

2. TELEFONO CELLULARE gratis ,

3. TESSERA DEL CINEMA- TESSERA TEATRO gratis,

4. TESSERA AUTOBUS – METROPOLITANA – VIAGGI AEREO NAZIONALI CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE -AEREO DI STATO – FS – AUTO BLU CON AUTISTA gratis 

5. FRANCOBOLLI –   PISCINE – PALESTRE – AMBASCIATE gratis 

6. CLINICHE – ASSICURAZIONE INFORTUNI – ASSICURAZIONE MORTE gratis,

7. RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro 1.472.000,00).

E come se non bastasse, intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini che lavorano a 40 anni di contributi !! In più alcuni politici hanno ancora uffici, segretarie, scorta, e quant’altro tutto gratis, quando non sono più ministri o sottosegretari!!

Questo per noi del Movimento Città Sostenibile è un vero sfregio alla povertà, in special modo in questi tempi di crisi profonda, mentre il cittadino pur lavorando e sudando non arriva neanche alla seconda settimana, invece loro continuano a sguazzare nel benessere, con un costo per noi cittadini di Euro 2.215,00 al MINUTO della sola camera dei deputati”.

Annuncio
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Correlati

redazione 4 anni fa

Referendum e taglio parlamentari, Viespoli: ‘Riforma spot. Si rischia l’oligarchia’

redazione 4 anni fa

Referendum, Tremigliozzi e Rotunno (Italia Viva): ‘Favorevoli a taglio stipendi e non parlamentari’

redazione 4 anni fa

Comitato no al referendum per taglio parlamentari: il sannita Razzano portavoce regionale

redazione 4 anni fa

Referendum sul taglio dei parlamentari, nasce il Comitato “NOstra Benevento”

Dall'autore

redazione 2 ore fa

Frisina e Massimillo prossimi ospiti del coro polifonico Madonna della Libera di Melizzano

redazione 2 ore fa

Benevento, servizio bus anche in alcune contrade: soddisfatti Iannelli, Palladino e Greco

redazione 2 ore fa

FdI Sannio: aderisce Maurizio Bocchino, consigliere comunale di San Giorgio del Sannio

redazione 2 ore fa

Lonardo attacca ancora sul verde pubblico: ‘Si solleciti la Provincia sulla pulizia degli alvei fluviali’

Primo piano

redazione 2 ore fa

Lonardo attacca ancora sul verde pubblico: ‘Si solleciti la Provincia sulla pulizia degli alvei fluviali’

Christian Frattasi 5 ore fa

La cucina italiana incontra quella messicana a Morcone per una esplosione di sapori: show cooking da ‘Mastrofrancesco’

redazione 5 ore fa

A Foiano di Val Fortore istituite le ‘zone a 30 km/h’

redazione 7 ore fa

VIP contro NIP: il sannita Nuzzolo tra i conduttori di ‘The Social Home’, il primo reality show trasmesso sui social network

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content