fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

ECONOMIA

Coldiretti, giovedì a Paduli la presentazione del “Progetto SEME”

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

“Giardino sensoriale” e Manuale di agricoltura sociale”: sono i due atti finali per dare conto del “Progetto SEME” che ha visto la Coldiretti di Benevento come capofila di un programma volto a consolidare le iniziative agro-sociali, che l’organizzazione promuove, sostiene e cura con particolare attenzione. La presentazione del piano si terrà giovedì 30, a partire dalle ore 9.30, nella villa comunale di Paduli, con la partecipazione dei partner che hanno aderito, a cominciare dai vertici dell’amministrazione cittadina del comune in cui si svolgerà la manifestazione.

“Essere alla guida del progetto SEME – afferma Gennarino Masiello, Presidente Provinciale e Vice Presidente Nazionale Coldiretti – è stato un vero onore per la nostra realtà aziendale e per la rete territoriale di cui siamo parte. Preme sottolineare come il programma attuato rappresenti, coi suoi risultati, la testimonianza concreta che il percorso della multifunzionalità agricola è possibile, anche in un territorio come quello sannita a vocazione sostanzialmente cerealicola. La multifunzionalità, infatti, ha permesso al “core business” agricolo dell’azienda – spiega – di contaminarsi con altri settori vicini e complementari, interagendo col mondo sociale e della salute dei più vulnerabili. Il risultato – annuncia – è stato un’agricoltura capace di guardare oltre i suoi confini e le sue definizioni standard e addirittura, la capacità di unire comparti apparentemente distanti, che, in realtà, si arricchiscono l’uno con l’altro”. Sono state seminate le basi in un terreno fertile che “ambisce a vedere germogliare i talenti dei più fragili e dei più vulnerabili. Questa è l’agricoltura che vogliamo”. “E’ un tassello importante – aggiunge il direttore generale provinciale Gerardo Dell’Orto – che contribuisce a consolidare la realtà agro-sociale che la Coldiretti fortemente vuole e per la quale lavora. E’ stata fornita la chiara dimostrazione che è possibile diversificare la tipologia di attività multifunzionale agricola che già proponiamo nei nostri mercati con la Fondazione “Campagna amica” con gli agri-asili”. Il progetto ha permesso l’implementazione di laboratori didattico-esperienziali anche con soggetti più adulti appartenenti a categorie fragili come disabili ed ex detenuti, beneficiari in percorsi terapeutici individualizzati.

“Tutto ciò – conclude Masiello – non sarebbe stato possibile senza la grande dedizione dei nostri collaboratori (con competenze molto trasversali) e senza la forza della rete territoriale di cui facciamo orgogliosamente parte”.

Annuncio

Correlati

redazione 1 settimana fa

Si dell’Ente Parco del Taburno al piano regionale di depopolamento del cinghiale: formalizzata decisione su proposta di Dell’Orto

redazione 3 settimane fa

La Coldiretti sannita a Salerno per difendere il Made in Italy. Masiello: “No ai pomodori cinesi come ad ogni altro prodotto che di italiano ha solo il nome”

redazione 2 mesi fa

Gerardo Dell’Orto nella Giunta del Parco Taburno-Camposauro: la soddisfazione di Coldiretti

redazione 2 mesi fa

La Coldiretti sannita in assemblea per programmare le sfide future

Dall'autore

redazione 26 minuti fa

In casa con smartphone, attrezzi agricoli, anfore e materiale di dubbia provenienza: 30enne nei guai per ricettazione

redazione 3 ore fa

Wg flash 24 del 19 giugno 2024

redazione 14 ore fa

Castelpagano, Gesesa: “Questa sera servizio idrico sospeso in cinque contrade”

redazione 14 ore fa

Fratelli d’Italia, Massimiliano Marotta nel Coordinamento provinciale

Primo piano

redazione 26 minuti fa

In casa con smartphone, attrezzi agricoli, anfore e materiale di dubbia provenienza: 30enne nei guai per ricettazione

redazione 3 ore fa

Wg flash 24 del 19 giugno 2024

redazione 15 ore fa

Telesina, scontro tra auto e camion: ferito poliziotto sannita 38enne

redazione 16 ore fa

Benevento, api salvate e veranda liberata: da Capodimonte storia a lieto fine per la signora Lucia

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content