fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

Fortore

Molinara, la maggioranza scrive alla cittadinanza per fare il punto della situazione

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

Cari concittadini, ci rivolgiamo direttamente a voi perché questo è il modo che più ci appartiene per poter comunicare e cercare di dare qualche risposta alle domande che in questi giorni vi starete ponendo. A scriverlo in una nota i consiglieri di maggioranza del Comune di Molinara.

È nostro dovere anche rassicurarvi, darvi quegli elementi necessari, non per costringervi a pensarla come noi, ma per consentirvi di farvi una vostra idea, libera da pregiudizi e preconcetti. Il compito di un consigliere comunale, di maggioranza o di minoranza, è quello di dire la verità, di non creare confusione o peggio ancora, agitazione e malessere nella propria comunità.

Quello che vogliamo fare con queste poche righe è trasmettervi un po’ di speranza e di fiducia perchè le sorti di questo paese non sono in bilico, non si vivono drammi o tragedie a Molinara.

La nostra preoccupazione riguarda più che altro la tenuta sociale di questa comunità che ha sempre fatto, nel corso degli anni, della collaborazione e dello stare insieme il suo punto di forza più evidente.

Molinara è il paese che amiamo e che vogliamo vedere crescere.  Abbiamo appena approvato il bilancio di previsione per il 2024 con il parere FAVOREVOLE del revisore dei conti che ci invita, però, ad essere cauti visto il respingimento, da parte della corte dei conti, del nostro piano di riequilibrio.

Per la maggioranza consigliare, l’approvazione del bilancio comunale, è stato un atto giusto e responsabile votato con lucidità, decisione e fermezza e seguendo tutte le leggi in materia.

Questo ci consente di poter programmare tutte le attività e i servizi per il triennio 2024-2026. Perché, se è vero che nel mese di ottobre è stato sospeso il servizio storico della nostra casa di riposo, è anche vero che tutti i servizi essenziali del comune ci sono e non si sono mai fermati: la raccolta rifiuti porta a porta, la pulizia delle strade e il verde pubblico, i servizi cimiteriali, l’illuminazione pubblica ampliata anche nelle zone periferiche del paese, l’assistenza domiciliare ad anziani e disabili in collaborazione con l’Ambito Sociale B5, la RSA riaperta da pochi giorni, la scuola a cui è garantito a soli 2,50 euro al giorno un ottimo servizio mensa e, gratuitamente, il trasporto ogni qual volta c’è la necessità per i nostri alunni di fare attività fuori dal territorio comunale.

Ci teniamo anche a sottolineare, con grande orgoglio per la nostra comunità, la presenza di tante attività, associazioni sportive e ricreative sul territorio, della Banda Musicale, della Protezione Civile, che vivono grazie all’impegno dei tanti appassionati, volontari e soci ma anche alla collaborazione economica del comune di Molinara che, gratuitamente, mette a disposizione di tutte le associazioni, le strutture pubbliche (sale, palestra, campo sportivo, ecc…) per svolgere le proprie attività e contribuire alla crescita culturale e sociale di Molinara.

Certo, con tutta l’onestà che ci caratterizza, vi diciamo anche che questi primi mesi del 2024 non sono stati facili per noi.

Nel 2022 abbiamo presentato alla corte dei conti il piano di riequilibrio, rimodulando quello che avevamo presentato nel 2018. Nel mese di febbraio la corte dei conti ha respinto quel piano del 2022. Ma dobbiamo fare un passo indietro affinchè non solo voi cittadini possiate entrare meglio nel merito della questione, ma anche per evitare che si diffondano notizie preoccupanti sulle sorti della nostra comunità.

Come abbiamo sempre detto, fin dalla nostra prima uscita pubblica appena eletti nel 2012, la situazione economica di Molinara era molto grave. Negli anni 2014 e 2015 lo stato ha dato la possibilità agli enti pubblici di quantificare parte del loro debito e di ripagarlo accedendo ad un mutuo con la cassa depositi e prestiti. Il debito che appunto ora stiamo pagando attraverso le rate del mutuo era di circa 2 milioni di euro; mutuo che va restituito attraverso rate annuali in 30 anni. Il mutuo per il fondo di rotazione va invece restituito in 10 anni. In questo consiste il piano di riequilibro dell’ente che deve risanare i debiti pregressi certi e quelli fuori bilancio.

La corte dei conti, sezione di Napoli, ha espresso il suo parere negativo su questo aspetto ritenendo l’ente non in grado di risanare l’equilibrio causato dalla enorme massa debitoria risalente a prima del 2012, anno di insediamento di questa amministrazione comunale.

Abbiamo sempre lavorato con i dipendenti che si sono succeduti nella funzione economica e finanziaria dell’ente cercando di gestire con senso di responsabilità queste problematiche, non rimandando il problema né ai nostri predecessori né tanto meno ad organi giudiziari.

Alla comunità di Molinara in questi anni sono stati richiesti enormi sacrifici, agli amministratori è stato chiesto di fare delle scelte a volte impopolari ma sia i cittadini che gli amministratori hanno scelto la strada del bene di Molinara, i primi pagando le tasse, gli amministratori prendendo decisioni forti per garantire gli equilibri di bilancio dell’ente. Ed è per rispetto a tutti voi che alla sentenza della corte dei conti ci vogliamo appellare chiedendo che la pratica di Molinara sia analizzata in altre sedi. Lo facciamo perché questa amministrazione non ha prodotto nessun debito, MOLINARA NON HA DEBITI fatti dall’Amministrazione Addabbo. Le spese anche quelle eccessive della casa di riposo, il costo delle operatrici, le forniture alimentari, le utenze le abbiamo pagate tutte. E le abbiamo pagate con i soli soldi del bilancio comunale senza chiedere anticipazioni di cassa alla tesoreria della banca.

Per questi motivi vogliamo provare ad appellarci alla sentenza, che se verrà confermata porterà il comune a dichiarare dissesto. Anche qui è necessario tranquillizzare la comunità che il potenziale commissario sarà chiamato a gestire solo quella parte di massa passiva. Non cadrà l’amministrazione comunale che continuerà a svolgere il ruolo politico e amministrativo per cui è stata eletta. Lo scenario non è, quindi, affatto apocalittico.

Ci auguriamo, a breve, anche una riapertura della Casa di Riposo chiusa ad ottobre sempre e solo per contenere i costi dell’ente così come deliberammo già nella Giunta di febbraio 2023, molto prima che il Carpa fosse interessato anche da altre vicende poco piacevoli.

Non diciamo che il comune è perfettamente sano, saremmo ipocriti, ma non accettiamo che si identifichi il comune come un malato grave o come fallito perché non lo è e crediamo che ne sia consapevole anche chi lo dice. Non siamo stati mai fautori di false speranze, siamo per nostra natura anche abbastanza pessimisti e non abituati a proclami, ma non vogliamo che si porti avanti l’immagine della nostra comunità come del peggior male possibile. Molinara è viva per i servizi che offre, per la bellezza dei suoi luoghi sempre più visitati, per il suo aspetto pulito e ordinato, per le tante attività che ci sono e che vanno avanti, per la nostra festa patronale oramai attesa da tutta la provincia, per la nostra zona industriale occupata totalmente da attività molinaresi e non, per l’accoglienza e la semplicità di tutti i molinaresi che devono poter avere la certezza che la terra in cui hanno scelto di vivere è una terra sana da amare e da difendere.

Si avvicinano le festività pasquali e nel salutarvi, vogliamo augurarvi una Pasqua di speranza per voi, le vostre famiglie e per tutta la comunità, che possa sentirsi unita e solidale nell’affrontare le difficoltà ed entusiasta di com’è e non di come a volte la fanno apparire.

Annuncio

Correlati

redazione 1 mese fa

Asl Benevento: riapre la RSA di Molinara, ammodernata per il ritorno degli assistiti

redazione 3 mesi fa

L’esempio delle Terre di Molinara protagonista in un focus alla BIT di Milano

redazione 3 mesi fa

Alimentazione delle radici delle piante, la ricerca di Terre di Molinara e Unisannio

redazione 5 mesi fa

Molinara, pubblicato avviso per la sterilizzazione gratuita dei cani padronali

Dall'autore

redazione 6 ore fa

Compagnia San Pio, giornata dedicata alla solidarietà a CampaniAlleva

redazione 7 ore fa

Forza Italia, ad Airola la telefonata del vice premier Tajani: “La guida del partito in Campania e nel Sannio è in ottime mani”

redazione 7 ore fa

A Pantano i bimbi piantano gli alberi insieme con ‘La voce delle donne’ e Centro Sportivo Malevento

redazione 8 ore fa

La Lega attacca Regione, Asl e Ospedale: ‘No alla colonizzazione della sanità sannita’. Pronta mobilitazione

Primo piano

redazione 7 ore fa

A Pantano i bimbi piantano gli alberi insieme con ‘La voce delle donne’ e Centro Sportivo Malevento

Giammarco Feleppa 7 ore fa

Prima blocca il traffico per parcheggiare senza pass, poi si rifiuta di dare le generalità agli agenti in servizio a CampaniAlleva: nei guai consigliere comunale

redazione 8 ore fa

La Lega attacca Regione, Asl e Ospedale: ‘No alla colonizzazione della sanità sannita’. Pronta mobilitazione

redazione 9 ore fa

A CampaniAlleva il governatore campano De Luca firma la petizione di Coldiretti contro il cibo falso ‘Made in Italy’

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content