fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

ECONOMIA

Masiello, Coldiretti: “Le speculazioni su grano turco e russo affondano la nostra cerealicoltura”

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

“Abbiamo compiuto un decisivo passo in avanti per sostenere le difficoltà dei nostri agricoltori . A dichiararlo, Gennarino Masiello, Presidente Provinciale e Vice Presidente Nazionale  Coldiretti. E’ così che commenta l’accoglimento, da parte della Comunità europea, della richiesta formulata dall’associazione datoriale di arrivare ad una moratoria dei debiti delle imprese agricole.  E’ una puntualizzazione che viene all’indomani dei risultati positivi conseguiti nell’incontro a Bruxelles dei vertici nazionali della Coldiretti con il commissario all’Agricoltura europea, Janusz Wojciechowski. 

  “Con l’accordo sulla revisione della Politica agricola comune (Pac) – puntualizza Masiello – che consentirà ai nostri agricoltori di ampliare la produzione, ci si mette nelle condizioni di ridurre la dipendenza dalle importazioni de principali prodotti agricoli in una fase di gravi tensioni internazionali. Va da sé che ora bisogna lavorare perché le scelte così definite di rivedere il regolamento diventino al più presto operative”. Ma non è tutto. La battaglia, tra le altre, ingaggiata dalla Coldiretti per restituire competitività e margini adeguati di guadagno ai nostri agricoltori, riguarda, in primo luogo, le conseguenze dell’invasione nel nostro Paese di grano duro russo e turco. “La Commissione – ricorda Masiello – ha deciso di imporre dazi per frenare l’import, che sta danneggiando oltre misura i nostri produttori. Dopo due anni e passa di guerra – avverte – il prezzo del nostro prodotto è crollato mettendo in crisi centinaia di cerealicoltori locali”.  Non si esaurisce qui la decisione di tutelare il grano europeo come quello italiano e sannita. “E’ stata estesa – sottolinea Masiello – la clausola di salvaguardia sulle importazioni di cereali come il grano ed il mais dall’Ucraina. E’ una scelta, che contribuirà a fermare le speculazioni che stanno destabilizzando il mercato, ferma restando la necessità di continuare a sostenere quel Paese sotto l’aggressione russa”
 
Che stiano così le cose per un settore del Pil agricolo che valeva, quando regnava la normalità, 20 milioni e passa di euro, lo dice il crollo dei prezzi di vendita del prodotto. Nell’arco di 15 mesi, da dicembre 2023 a marzo dell’anno in corso, il valore di una tonnellata di grano duro “fino” mietuto nel Sannio è precipitato del 30 per cento ed oltre: è passato da 495 euro a 335. “E’ una caduta libera – ammonisce – che rischia di mettere fuori causa centinaia delle circa 3500 aziende produttrici locali”.  Con non minore soddisfazione Masiello segnala un’altra significativa decisione adottata a livello europeo. “Abbiamo chiesto ed ottenuto – chiarisce – che si sburocratizzi al massimo il rapporto dei produttori con le istituzioni preposte, alleggerendo le aziende dal peso delle “carte” che le soffoca, soprattutto quelle di più piccole dimensioni che, dalle nostre parti, sono la maggioranza. Vale ancora sottolineare che abbiamo sollecitato l’eliminazione dell’obbligo di destinare una quota minima di seminativi alle superfici non produttive. Anche questo provvedimento da attuare ha ottenuto il disco verde”.

Annuncio

Correlati

redazione 8 ore fa

A CampaniAlleva il governatore campano De Luca firma la petizione di Coldiretti contro il cibo falso ‘Made in Italy’

redazione 1 giorno fa

De Luca a CampaniAlleva: chiuderà il convegno di Coldiretti su Zootecnia e Sud

redazione 2 giorni fa

Falso Made in Italy: Mastella, Lonardo e Caputo firmano petizione a Casa Coldiretti a CampaniAlleva

Christian Frattasi 2 giorni fa

A Benevento inaugurata CampaniAlleva: è la più grande fiera zootecnica del Sud Italia

Dall'autore

redazione 5 ore fa

Compagnia San Pio, giornata dedicata alla solidarietà a CampaniAlleva

redazione 5 ore fa

Forza Italia, ad Airola la telefonata del vice premier Tajani: “La guida del partito in Campania e nel Sannio è in ottime mani”

redazione 5 ore fa

A Pantano i bimbi piantano gli alberi insieme con ‘La voce delle donne’ e Centro Sportivo Malevento

redazione 7 ore fa

La Lega attacca Regione, Asl e Ospedale: ‘No alla colonizzazione della sanità sannita’. Pronta mobilitazione

Primo piano

redazione 5 ore fa

A Pantano i bimbi piantano gli alberi insieme con ‘La voce delle donne’ e Centro Sportivo Malevento

Giammarco Feleppa 6 ore fa

Prima blocca il traffico per parcheggiare senza pass, poi si rifiuta di dare le generalità agli agenti in servizio a CampaniAlleva: nei guai consigliere comunale

redazione 7 ore fa

La Lega attacca Regione, Asl e Ospedale: ‘No alla colonizzazione della sanità sannita’. Pronta mobilitazione

redazione 8 ore fa

A CampaniAlleva il governatore campano De Luca firma la petizione di Coldiretti contro il cibo falso ‘Made in Italy’

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content