fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

Fortore

Revoca vice sindaco a San Giorgio la Molara, opposizione chiede Consiglio Comunale: ‘Da De Vizio vogliamo trasparenza’

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

“Il Sindaco De Vizio respinge la richiesta di convocazione del Consiglio Comunale per discutere sui motivi della revoca del Vice Sindaco dalle proprie cariche.

La minoranza – scrive Nicola De Leonardis, capogruppo di ‘Terre di Lavoro’ chiedeva chiarezza e trasparenza e che il Sindaco non procrastinasse sine die la convocazione del Consiglio Comunale. Sono già passati oltre 40 giorni e l’ormai ex Vice Sindaco ha reso pubbliche questioni sulle quali abbiamo posto l’accento in più di una occasione.

In particolare, l’ex Vice Sindaco, che era anche Assessore ai Lavori Pubblici, ha riferito pubblicamente di una richiesta (mai accordata) di avvio del procedimento per lo scioglimento del contratto di appalto dei Lavori della Scuola di Piano Stallone CUP: I52D8000010002 CIG:8587905366 per quei disagi e l’enorme ritardo nella conclusione dei lavori, denunciati, più e più volte dal nostro Gruppo di Minoranza ed oggetto anche del Consiglio Comunale richiesto e ottenuto grazie all’intervento del Prefetto.

Non più tardi di un mese fa, in replica proprio ad un articolo del Sindaco De Vizio del 19.01.2024, circa la nomina del nuovo Vice Sindaco Emidio Domino, nel quale affermava:
“Sono molto soddisfatto per come procedono i lavori e credo che a breve gli stessi saranno terminati e San Giorgio avrà una nuova Scuola secondo gli standard più moderni e sicuri…..”
come Gruppo di minoranza, abbiamo contestato la soddisfazione manifestata dal Sindaco per gli 872 giorni di ritardo e per i maggiori costi sostenuti oltre che per tutti i disagi denunciati in più di una occasione.

La nuova Giunta con delibera n. 17 del 02.02.2024, ha autorizzato la redazione di una perizia di Variante dei lavori all’Edificio di Piano Stallone che comporterà altro tempo, il ritardo a quanto pare continuerà (quindi non corrisponde al vero l’affermazione “a breve gli stessi saranno terminati”). La ditta Cavidel Srl eseguirà ulteriori opere (ci piacerebbe conoscere di quali opere si tratta)ed alla stessa non viene contestato niente di quanto denunciato anche dall’ex Vice Sindaco, quasi a giustificare sempre e solo la ditta in danno e spregio dei destinatari dell’opera che sono i figli dei cittadini di San Giorgio la Molara.

La risposta del Sindaco De Vizio alle affermazioni pubbliche del Vice Sindaco Gagliardi, conclude dicendo che “le attività e gli atti del Comune di San Giorgio la Molara sono sottoposti sempre alla legge, a tutte le norme e regolamenti vigenti e controllati dagli Organi preposti, Amministrativi, Contabili e Giudiziari”.

Come minoranza consiliare – spiega De Leonardis – abbiamo più volte dimostrato il mancato rispetto della legge e delle norme regolamentari, ad esempio la questione delle indennità o della TARI, la mancata corrispondenza dei documenti di bilancio; il mancato rispetto di articoli del Testo unico degli enti locali. La Maggioranza in Consiglio ha sempre approvato gli atti con il nostro voto contrario, solo in alcune circostanze palesi non ha potuto fare a meno di ritirare atti o riconvocare il Consiglio con le dovute correzioni.

Alla luce delle affermazioni scritte di Sindaco ed ex Vice è chiaro che la verità non è quella sostenuta nel Consiglio Comunale, dove il Sindaco propone gli atti; il Sindaco dichiara la regolarità tecnica degli stessi e quindi la corrispondenza ed il rispetto delle leggi e regolamenti;iIl Sindaco attesta la regolarità contabile; manca che emetta sentenze e possiamo starcene tutti tranquillamente a casa.

Verità, trasparenza, correttezza amministrativa, rispetto delle leggi e regolamenti, sono termini abusati e certamente viziati dall’Amministrazione De Vizio, questo il motivo per il quale è un dovere nei confronti dei cittadini di San Giorgio la Molara convocare un Consiglio aperto proprio nel rispetto di quella democrazia alla quale il Sindaco stesso fa appello nel suo manifesto. E noi Consiglieri eletti e con le stesse prerogative di quelli di maggioranza abbiamo il sacrosanto diritto di chiedere ed ottenere risposte vere non “fantasie, invenzioni, immagini mentali” come egli stesso definisce quelle di chi dissente dalle Sue decisioni. Attendiamo la convocazione del Consiglio e confidiamo di discutere finalmente della e sulla verità”, conclude De Leonardis.

Annuncio

Correlati

redazione 8 ore fa

Ancora miasmi in zona Ponte Valentino, l’opposizione: ‘Verifiche urgenti e necessarie per accertare fonte’

redazione 1 giorno fa

Cerreto Sannita, Di Lauro: ‘Avevamo ragione sul Museo, lo conferma anche l’assessore Ilaria Tedeschi’

redazione 4 giorni fa

Benevento, l’opposizione: ‘Settore Urbanistica in tilt, ascoltare SOS dei tecnici’

Marco Staglianò 4 settimane fa

Il Pd non è mai stato così unito e il campo largo senza centro vale il 40 per cento. Elly Schlein sta vincendo

Dall'autore

redazione 7 ore fa

Telesi@, il 23 aprile la Terza Giornata dell’Orientamento post-diploma

redazione 7 ore fa

Ferrovia Valle Caudina, Fucci: “Raccolto l’impegno di EAV e ANSFISA ad accelerare la riapertura della linea”

redazione 7 ore fa

Pietrelcina, più ordine e decoro nei luoghi di San Pio: scattano divieti per le attività commerciali

redazione 8 ore fa

Ancora miasmi in zona Ponte Valentino, l’opposizione: ‘Verifiche urgenti e necessarie per accertare fonte’

Primo piano

redazione 7 ore fa

Pietrelcina, più ordine e decoro nei luoghi di San Pio: scattano divieti per le attività commerciali

redazione 8 ore fa

Ancora miasmi in zona Ponte Valentino, l’opposizione: ‘Verifiche urgenti e necessarie per accertare fonte’

redazione 9 ore fa

Questione Aree Interne, i vescovi presentano la lettera ‘La sfida impossibile’

Christian Frattasi 12 ore fa

Suicidi in carcere, anche a Benevento un presidio per sensibilizzare la società e la politica sul tema

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content