Home SPORT Calcio ‘Meritateci’, la Curva Sud scuote la Strega: contro il Genoa 45 minuti...

‘Meritateci’, la Curva Sud scuote la Strega: contro il Genoa 45 minuti di sciopero del tifo

“La stagione del Benevento sta prendendo una piega inaspettata e noi non vogliamo restare a guardare inerti in balìa degli eventi. Non è più tollerabile l’atteggiamento di una squadra che in campo non dà segnali di vita, andando in difficoltà anche contro avversari modesti. Adesso basta! Ci siamo impegnati molto affinché avvenisse l’unione del tifo e i risultati, nonostante qualcuno dica il contrario, si vedono e si sentono chiaramente sugli spalti”. Così la Curva Sud in un post sulla sua pagina Facebook.

“Il sostegno non manca mai – spiegano i tifosi -, giriamo tutta l’Italia a nostre spese per la vicinanza incondizionata ai colori giallorossi. Tutto questo, però, non viene ripagato. La sconfitta l’accettiamo senza problemi, ma quando in campo si scende senza gli attributi, senza onorare la maglia, allora ci troverete sempre a contestarvi perché quella maglia, che rappresenta la nostra terra, non può essere oggetto del vostro pressapochismo. La cosa che più dà fastidio è la totale assenza di qualcuno che ci metta la faccia, che dica le cose come stanno in un momento così delicato. Tutto è ricco di approssimazione e superficialità da parte di ogni componente del Benevento Calcio e tutto ciò di conseguenza si ripercuote con prestazioni indecenti in campo. C’è un direttore sportivo che nonostante stia combinando disastri da due anni, non riusciamo a capire come faccia a stare ancora al suo posto. E dopo due anni stiamo ancora aspettando una spiegazione su quanto accaduto nel girone di ritorno in serie A.

L’uscita di questo comunicato – conclude la Curva Sud – coincide con l’esposizione in città di quattro striscioni da parte dei maggiori gruppi ultras della Curva Sud. Inoltre, comunichiamo lo sciopero del tifo per i primi 45 minuti di domani, con il centro curva che resterà vuoto; campeggerà solo uno striscione con su scritto ‘MERITATECI’. Torneremo a cantare solo per la maglia nel secondo tempo. Vogliamo una risposta significativa da parte della società e della squadra, perché la serie B è un patrimonio troppo importante per questa città, in prima linea, lotteremo fino all’ultimo secondo per preservarla. E voi cosa avete intenzione di fare?”

Articolo precedenteCostituita la Fondazione di Comunità di Benevento: Moretti presidente, Tangredi segretario generale
Articolo successivoCrollo ala cimitero, a Sant’Agata de’ Goti al via le operazioni di recupero dei feretri e degli ossari