fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

PRIMO PIANO

Attacco no-vax sulla pagina social del presidente del Consiglio comunale di Telese

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

“Delinquenti”, “Maledetti”, “Assassini”, “Dobbiamo ricordarci e segnarci nomi e cognomi di tutti questi”, “Tu come tutti i politici meritate l’estinzione vergognatevi”.

Sono solo alcuni dei commenti intrisi di odio e violenza, apparsi sulla pagina facebook di Maria Venditti, presidente del Consiglio comunale di Telese Terme e consigliere con delega ai Servizi Sociali. 

I commenti, oltre 400, si riferiscono al post dell’Open day vaccinale per la fascia di età 5-14 anni, organizzato dal Comune di Telese Terme, che la consigliera Venditti aveva pubblicato qualche giorno fa. 

“Già dai primi secondi dopo la pubblicazione del post noto interazioni intense e poco dopo mi trovo inondata di commenti agghiaccianti, per la brutalità e la sistematicità con cui si dispongono – racconta Maria Venditti -. Come se una intera comunità d’opinione coesa e compatta avesse virato contro la mia persona, contro quella informazione, che è tra l’altro una semplice e chiara comunicazione rivolta ai cittadini”. 

Profili fake, haters, ma non solo: la comunità di odiatori seriali e dei no-vax si è riversata sulla pagina dell’esponente dell’amministrazione telesina. E’ come se avessero risposto, da tutta Italia, a un preciso segnale, una sorta di comando.

“Vergognatevi – scrive un altro -, questo è un abominio, crudele e antiscientifico, un sacrificio di anime pure al dio profitto… Norimberga tornerà e giustizia trionferà”; e non mancano attacchi e offese: “Buongiorno signora Venditti la aspetta un’altra, l’ennesima, giornata da venduta…”; fino a commenti che oltrepassano il limite, per gravità e per il livello delle offese: “La mentalità mafiòsa campàna non si smentisce mai”.

Maria Venditti è incredula: “È una esperienza amara, vertiginosa. In qualche modo traumatica. Non tanto e non solo perché ti fa sentire esposta, vulnerabile, al centro di una gogna pubblica che non meriti e della quale ti ritrovi protagonista ma soprattutto perché dice molto del clima d’odio e di frustrazione che va montando nell’opinione pubblica in merito alla esperienza della pandemia. 

Un odio che cerca capri espiatori più che soluzioni o responsabilità o argomenti. Un odio cieco, orientato probabilmente da un banale algoritmo che non tiene conto della pertinenza del caso ma si scaglia con impeto e sdegno, indiscriminatamente”. 

Chiaramente, da rappresentante delle istituzioni, Venditti denuncerà tutto questo: “Segnalerò l’accaduto a chi di competenza non tanto e non solo per salvaguardare l’incolumità della mia persona ma come gesto di responsabilità sociale, per fare in modo che azioni del genere siano attenzionate, sorvegliate e contenute. Come è giusto sia, in difesa della dignità di ognuno e del valore della coesione sociale”.

Accanto al presidente del consiglio comunale si schiera l’intera amministrazione. “Parliamo di aggressioni verbali e di attacchi gravi: sono fatti che ci preoccupano e che non possono lasciarci indifferenti – dichiara il sindaco di Telese Terme, Giovanni Caporaso -. Sosterremo Maria Venditti in ogni sede, a difesa sua e dell’istituzione che rappresenta”. 

LE REAZIONI – “Esprimo tutta la mia vicinanza a Maria Venditti, presidente del Consiglio comunale di Telese Terme e consigliere con delega alle Politiche Sociali, per i vili e abominevoli attacchi di cui è stata fatta oggetto sulla propria pagina Facebook da parte di alcuni no-vax. Non si fa che discutere di violenza sulle donne e a mio giudizio anche un’aggressione di tipo social può essere catalogata come tale. Perché il peso che hanno certi commenti offensivi e levisi della sua dignità di donna è già di per sé discriminatorio e classista. Se poi l’attacco è anche sul piano personale in quanto rappresentante di una istituzione e deputata a prendere decisioni importanti e operare scelte dolorose ma necessarie, siamo davvero ai limiti della tollerabilità. Maria Venditti si è solo limitata alla pubblicazione sul proprio profilo social di un post informativo sull’Open Day vaccinale per la fascia d’età 5-14 anni: le reazioni inqualificabili e le terminologie becere adoperate dagli haters sono terrificanti. Un esponente della maggioranza, nell’esercizio delle sue funzioni di servizio alla cittadinanza, non può essere bersagliata con tale veemenza e cattiveria. Chiunque non la pensi allo stesso modo, non può pretendere di ricorrere agli insulti e al vilipendio per far valere le proprie idee. Siamo in democrazia e il rispetto di scelte e comportamenti è sacrosanto. A Maria Venditti la mia solidarietà e il mio invito a continuare nella sua opera di supporto e servizio alla popolazione”. lo scrive la senatrice, Sandra Lonardo.

“La mia solidarietà e vicinanza alla presidente del Consiglio Comunale di Telese. Lei esprime l’opinione degli amministratori locali che spingono per aumentare i numeri dei vaccinati. Le siamo vicini. Nessuno ci intimidirà, né a lei, né agli amministratori che, con abnegazione, si impegnano per la salute delle proprie comunità”. Ha commentato il sindaco di Benevento, Clemente Mastella.

“Prima come donna, poi come rappresentante delle istituzioni, condanno l’inquietante episodio di violenza e intimidazione nei confronti della collega Maria Venditti, presidente del Consiglio comunale di Telese Terme, per gli attacchi gratuiti ricevuti sui social network”.

Così la presidente del Consiglio comunale di Castelvenere, Nicoletta Coletta, commenta le minacce di cui è stata oggetto la collega Venditti da parte dei no vax.

“Il clima d’odio e questo modo d’agire così vili – continua Coletta – sono inaccettabili in un Paese civile come il nostro. Chi fomenta questo clima di intolleranza così mediocre e bugiardo, che da troppo tempo pervade la nostra società, va arginato al più presto”.

“A nome dell’Amministrazione Comunale di Castelvenere, retta dal sindaco Alessandro Di Santo, esprimo tutta la solidarietà possibile a Maria Venditti per gli attacchi gratuiti ricevuti sui social network. A Maria diciamo di andare avanti così, come ha fatto in questi mesi, per arrivare a raggiungere quello che è il vero obiettivo: combattere il virus”.

“Voglio esprimere a nome mio e dell’intera amministrazione comunale di Cusano Mutri piena e incondizionata solidarietà al Presidente del consiglio comunale di Telese Terme Maria Venditti”.

Così Giuseppe Maria Maturo – sindaco di Cusano Mutri –  in riferimento a quanto accaduto  al Presidente del consiglio comunale di Telese Terme e Consigliere con delega ai Servizi Sociali Maria Venditti, vittima di violenti attacchi verbali da parte di un gruppo di no – vax dopo aver pubblicato sulla propria pagina facebook un post sull’’Open day vaccinale per la fascia di età 5-14 anni organizzato dal Comune di Telese Terme.

“La violenza verbale – continua Maturo – che si è scatenata nei confronti di un rappresentante delle Istituzioni, ‘reo’ soltanto di aver reso nota la possibilità di poter procedere alla vaccinazione dei ragazzi, è davvero inaccettabile.

Purtroppo, negli ultimi tempi, assistiamo sempre con più frequenza ad atteggiamenti aggressivi conditi da insostenibili prese di posizione anti – scientifiche e deliranti ipotesi complottistiche. Abbiamo urgente bisogno di tornare alla ragionevolezza e alla fiducia nella scienza. Del resto, non vale neanche la pena di rimarcare le conclamate evidenze che dimostrano l’efficacia dei vaccini nella lotta al Covid – 19. 

Sottolineo solo come la continua delegittimazione alla quale sono sottoposti medici e scienziati può portare a una pericolosa deriva.

Al Presidente del Consiglio comunale di Telese Terme l’invito a continuare con serenità la propria attività politico – istituzionale, con la certezza che questo spiacevole episodio non farà altro che rafforzarne l’impegno e la dedizione”.

Annuncio

Correlati

redazione 5 giorni fa

Polemica su distretti commerciali, le precisazioni del sindaco di Telese alla Provincia

redazione 6 giorni fa

Distretti del commercio, Lombardi risponde al sindaco di Telese: “Non conosce i fatti”

redazione 1 settimana fa

Arrestati gli autori dello scippo a Telese: il sindaco ringrazia le forze dell’ordine

redazione 1 settimana fa

Era stata rapinata a Telese Terme: denunciati tre 20enni

Dall'autore

redazione 6 ore fa

Valle Caudina, cinque sindaci contro la demedicalizzazione 118: ‘Programma scellerato’

redazione 8 ore fa

Ricci (NdC): “È la Regione che decide sulla demedicalizzazione 118, non la Conferenza dei sindaci”

redazione 8 ore fa

Pago Veiano in festa per il Super Carnevale 2024

redazione 9 ore fa

Miasmi in Città, il Pd Benevento: “Ritardi giganteschi di Asi e Comune”

Primo piano

redazione 6 ore fa

Valle Caudina, cinque sindaci contro la demedicalizzazione 118: ‘Programma scellerato’

redazione 8 ore fa

Pago Veiano in festa per il Super Carnevale 2024

redazione 11 ore fa

Vicenda miasmi, l’Asi predispone programma di controlli con centraline e verifiche al depuratore

redazione 12 ore fa

Riorganizzazione 118, l’Ordine dei Medici: ‘Nostra priorità è salute delle persone’

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content