Home SANNIO Fortore Dalla magia alle credenze popolari: il libro della sannita Mercuri conquista anche...

Dalla magia alle credenze popolari: il libro della sannita Mercuri conquista anche gli USA

Si intitola “Quattro Passi oltre la Porta” ed è una raccolta di 11 racconti vincitori di concorsi letterari. Il volume, a cura dalla sannita Michela Mercuri, è stato presentato nella serata di ieri a Pago Veiano, grazie alla collaborazione dell’associazione Artemide e del Comune.

In tantissimi hanno preso parte all’evento culturale, moderato dalla psicologa Lucia De Rosa, alla presenza del sindaco Mauro De Ieso, dell’autrice Mercuri e di Michael Perrotta, senior editor della Bellucci, Palms & Carmichael Publishing LLC, casa editrice hollywoodiana che ha pubblicato il libro in versione italiana e inglese.

Il libro, disponibile su Amazon, rivela le storie e le peripezie dei più diversi personaggi, dalle creature del mito e della magia fino ai protagonisti delle storie popolari.

“Siamo entusiasti – ha affermato l’editore Perrotta – di pubblicare la raccolta di racconti di Michela Mercuri nel nostro catalogo. È una scrittrice talentuosa, capace di catturare immediatamente il lettore tessendo le sue storie con un’estrema immaginazione. Attraverso la creazione di personaggi che a volte sono persone comuni, altre volte protagonisti di un’ambientazione fantastica, l’autrice ci trasporta soprattutto nel mondo della magia. Michela Mercuri è certamente una scrittrice di narrativa contemporanea con una visione profonda dell’attuale contesto realistico, dotata della capacità di farci vivere i mondi magici come se fossero reali”.

Michela Mercuri, giovane scrittrice beneventana laureata prima in Lettere Classiche e poi in Filologia Moderna, è anche l’ideatrice e curatrice del libro “Lontani ma uniti” che ha coinvolto più di 70 persone nel comune di Pago Veiano, con lo scopo di finanziare un’attività di beneficenza nel periodo di emergenza covid: ha infatti offerto gratuitamente un servizio di editing, revisione e correzione a tutti coloro che hanno utilizzato la scrittura come strumento per alleviare e sugellare emozioni, pensieri e fantasia nel terribile periodo del lockdown. Da qualche settimana, inoltre, è stato dato alle stampe il suo libro “Il mito dal mondo classico al melodramma”, pubblicazione scientifica dedicata al rapporto tra mitologia e opera lirica.

Articolo precedenteImpianti sportivi, Tutti Telese attacca: “Gestione poco accorta di Carofano”
Articolo successivoL’Ac Cusano Mutri al Grest 2020: in viaggio tra le città di Gesù