fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

CULTURA

Il rilancio del ruolo del giornalista nell’ambito dell’informazione locale

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

In seguito alla riunione dei direttori editoriali di tutte le testate locali si è concordato quanto segue sulle problematiche in discussione.

La necessità di affrontare le problematiche della categoria dei giornalisti, spesso – soprattutto in questi ultimi tempi – al centro di criticabili azioni di particolarismi, è stata al centro della discussione che ha visto per la prima volta riuniti un cospicuo numero di direttori di organi d’informazione locale.
Si è parlato a lungo del ruolo istituzionale rivestito dall’informazione locale e della necessità che esso sia recuperato appieno a partire dal luogo principe in cui il giornalista è protagonista: la Conferenza stampa.
Molte le critiche mosse alla gestione che finora è stata fatta di esse e sulla necessità che la loro organizzazione venga radicalmente modificata.
E si partirà proprio dalla rinnovata gestione di esse per dare nuovo impulso ad una professione che deve essere maggiormente tutelata e messa al riparo da un’ambientazione che a volte tenta di soggiogarla.
Un gruppo di direttori di giornali si è fatto carico di preparare nei giorni a venire una bozza di Protocollo d’intesa che fisserà, appunto, regole, limiti, oggetto delle conferenze stampa. Sarà anche predisposto un albo, una bacheca, sì da evitare concomitanze ed accavallamenti nei giorni e negli orari.
Condizione imprescindibile della partecipazione delle Testate alle Conferenza stampa è che la sua conduzione sia affidata ad un giornalista iscritto all’Ordine professionale.
A tale proposito un altro gruppo di direttori di organi d’informazione si farà carico di allestire un corso di approfondimento della materia per tutti quei colleghi che si candideranno al ruolo, appunto, di conduttore e moderatore.
Nel corso dell’incontro si è anche preso atto di qualche disfunzione organizzativa nel senso che pur essendo diciotto i direttori invitati (ha partecipato alla riunione la rappresentanza di oltre il 70% dell’informazione locale), qualche altro è rimasto involontariamente fuori. Un errore che non si ripeterà nella prossima riunione già fissata per il prossimo 5 marzo.

 

Annuncio
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dall'autore

redazione 5 ore fa

Valle Caudina, cinque sindaci contro la demedicalizzazione 118: ‘Programma scellerato’

redazione 7 ore fa

Ricci (NdC): “È la Regione che decide sulla demedicalizzazione 118, non la Conferenza dei sindaci”

redazione 7 ore fa

Pago Veiano in festa per il Super Carnevale 2024

redazione 8 ore fa

Miasmi in Città, il Pd Benevento: “Ritardi giganteschi di Asi e Comune”

Primo piano

redazione 5 ore fa

Valle Caudina, cinque sindaci contro la demedicalizzazione 118: ‘Programma scellerato’

redazione 7 ore fa

Pago Veiano in festa per il Super Carnevale 2024

redazione 10 ore fa

Vicenda miasmi, l’Asi predispone programma di controlli con centraline e verifiche al depuratore

redazione 12 ore fa

Riorganizzazione 118, l’Ordine dei Medici: ‘Nostra priorità è salute delle persone’

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content