fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

SANNIO

San Martino Sannita ricorda l’agente di polizia Michele Servodidio

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

Si è svolto sabato, 24 febbraio, presso la chiesa di Terranova, a San Martino Sannita, l’incontro culturale dal titolo “Sul sentiero della Vita, per diventare ambasciatori di Legalità e Bellezza”, organizzato dal Comune di San Martino Sannita , in collaborazione con il Parlamento della Legalità internazionale. La cerimonia si è aperta con la commemorazione dell’Agente di Polizia di Stato, Michele Servodidio.

Nato a San Martino Sannita, il 14 gennaio del ‘45, apparteneva al Secondo Reparto Celere di Padova, impegnato in operazioni anti banditismo in Sardegna (cd. Baschi Blu), perse tragicamente la vita a Nuoro, a seguito di un conflitto a fuoco con i banditi.

Ad aprire i lavori è stato il Sindaco di San Martino Sannita,Angela Martignetti, che ha sottolineato “ l’appuntamento di oggi non è solo una cerimonia di commemorazione in ricordo di un giovane poliziotto vittima di dovere, ma diventa un momento di riflessione che ruota attorno ai temi di legalità, giustizia e pace e che ci consente di ritrovare la bussola che può invertire la rotta verso un futuro più luminoso”.

È intervenuto poi il Presidente della Provincia di Benevento, Nino Lombardi e il sacerdote di San Martino Sannita, Don Armando Zampetti.

L’incontro culturale è stato animato dagli interventi di relatori illustri: il Questore di Benevento, Giovanni Nunzio Trabunella ha, tra le altre cose, ribadito la vicinanza della Polizia di Stato ai familiari di Michele Servodidio e a tutte le famiglie delle vittime di dovere; il Colonnello dello Stato Maggiore della Difesa, Giancarlo Mignone, il quale ha sottolineato l’importanza della diplomazia, quale unica strada percorribile da tutti i governi per la soluzione pacifica dei conflitti internazionali; il Direttore Provinciale della Congregazione dei Missionari del Preziosissimo Sangue di Cristo, Don Terenzio Pastore, ha infine portato propria testimonianza in qualità di fondatore dell’associazione “Addiopizzo”, a Messina.

Durante l’incontro è stato siglato il protocollo d’intesa culturale tra il Comune di San Martino Sannita e il Parlamento della Legalità Internazionale. Il professore Nicolò Mannino e il Dottor Salvatore Sardisco, rispottivanenti Presidente e Vicepresidente del Parlamento della Legalità Internazionale e autori del libro “il mio nome è Amore” (che è stato presentato nell’occasione), hanno illustrato le loro esperienze di vita ventennale, volte alla promozione di iniziative e progetti a sostegno della legalità.

Tante le autorità civili, militari e religiose presenti: il Vicario del Prefetto Maria De Feo, i Sindaci di Apice, Angelo Pepe, e San Nazzaro, Giovanni Tommaso Manganiello, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Benevento , Colonnello Eugenio Bua, il Capitano Giuseppe Friscuolo in rappresentanza del Comando Provinciale dei Carabinieri di Benevento, il Comandante della Stazione dei Carabinieri di San Giorgio del Sannio, Luogotenente Luigi De Simone. Presenti anche le Associazioni di volontariato del territorio: la ProLoco Le Surte, il forum dei Giovani, l’associazione dei Radioamatori Italiani, l’associazione dei Bersaglieri “Sezione Capitano Guido Chiavelli” e l’associazione P.A. L.a.r.a.b.a.

La manifestazione è stata anche l’occasione per ringraziare le forze armate e le forze di polizia per il costante e quotidiano servizio che svolgono a tutela della legalità e per priare due giovani cittadini sammarinesi, il Maresciallo Ordinario Pellino Ferdinando, in servizio presso lo Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria, Reparto Speciale dell’Arma dei Carabinieri impegnato nella lotta alla criminalità organizzata calabrese ed alla cattura dei latitanti e l’Agente di Polizia Locale, Federico Mogavero, in quanto grazie alla determinazione ed all’intuito nonché ad un lavoro personale di ricerca, riusciva ad individuare il veicolo e di conseguenza il conducente resosi responsabile di sinistro mortale con fuga, assicurando il responsabile alla giustizia.

è stata poi consegnata una targa in ricordo del Poliziotto Michele Servodidio alla sorella, la signora Gerarda, da parte del Sindaco.

In conclusione si è proceduto alla deposizione di un omaggio floreale, da parte della Questura di Benevento e del Comune di San Martino Sannita, alla lapide del poliziotto presso il Cimitero di Terranova. e ad un momento di preghiera a cura dell’Assistente Ecclesistico della Polizia di Stato, Don Giancarlo D’Ambrosio.

Annuncio

Correlati

redazione 2 settimane fa

A San Martino Sannita una panchina blu per la consapevolezza sull’autismo

redazione 2 mesi fa

Anche il Consiglio Comunale di San Bartolomeo in Galdo ricorderà Aleksej Navalny

redazione 2 mesi fa

Diritti e giustizia sociale, San Martino Sannita: ok a protocollo con Parlamento della legalità internazionale

redazione 2 mesi fa

Benevento, mercoledì il Consiglio comunale commemorerà Alexey Navalny

Dall'autore

redazione 6 ore fa

Telesi@, il 23 aprile la Terza Giornata dell’Orientamento post-diploma

redazione 7 ore fa

Ferrovia Valle Caudina, Fucci: “Raccolto l’impegno di EAV e ANSFISA ad accelerare la riapertura della linea”

redazione 7 ore fa

Pietrelcina, più ordine e decoro nei luoghi di San Pio: scattano divieti per le attività commerciali

redazione 7 ore fa

Ancora miasmi in zona Ponte Valentino, l’opposizione: ‘Verifiche urgenti e necessarie per accertare fonte’

Primo piano

redazione 7 ore fa

Pietrelcina, più ordine e decoro nei luoghi di San Pio: scattano divieti per le attività commerciali

redazione 7 ore fa

Ancora miasmi in zona Ponte Valentino, l’opposizione: ‘Verifiche urgenti e necessarie per accertare fonte’

redazione 8 ore fa

Questione Aree Interne, i vescovi presentano la lettera ‘La sfida impossibile’

Christian Frattasi 12 ore fa

Suicidi in carcere, anche a Benevento un presidio per sensibilizzare la società e la politica sul tema

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content