fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

SANNIO

Covid-19, oggi l’avvio della Fase 2. I sindaci del Sannio ai cittadini: “Non abbassare la guardia”

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

Sono in tanti tra i sindaci del Sannio a ringraziare i propri concittadini per i sacrifici fatti e il comportamento avuto negli ultimi due mesi circa contribuendo a limitare il più possibile le conseguenze negative dell’epidemia da coronavirus.

Lo hanno fatto in vista e in concomitanza dell’inizio della Fase 2 che implica, come è noto, l’allentamento di alcune restrizioni per cittadini e attività economiche imposte in questo periodo da Governo e Regione per contenere il contagio e la diffusione del Covid-19. Una fase di transizione graduale alla normalità che fa ancora leva comunque sul senso di responsabilità e sulla prudenza di tutti.

Il sindaco di Sant’Agata de’ Goti, Giovannina Piccoli, nelle scorse ore con un video messaggio, nel ricordare le modalità  di ripresa graduale ha dichiarato: “Voglio ringraziare tutti voi, nessuno escluso, per il senso civico che avete dimostrato in questi due mesi di vera e propria clausura. Come sindaco sono orgogliosa di Sant’Agata de’Goti e dei Santagatesi per il senso di responsabilità con cui avete svolto il vostro ruolo di cittadini rispettosi delle disposizioni.”

Così, invece, il primo cittadino di San Bartolomeo in Galdo, Carmine Agostinelli, con un messaggio su Facebook, in cui ha evidenziato “la serietà  e la compostezza collaborativa con cui i cittadini hanno affrontato questo difficile e inatteso momento: “Miei cari concittadini, da domani (oggi. ndr) siamo in piena Fase 2. Una fase di transizione verso la normalità . Una fase altrettanto delicata se non di più. Una fase nella quale, ogni azione di apertura, ogni passo avanti verso la normalità, conta e regge unicamente sul senso di responsabilità  di tutti i cittadini.

Ringrazio innanzitutto la mia comunità . Tutti, indistintamente! La cosa più bella di questi ultimi due mesi, forse l’unica nota positiva di questa pandemia, è stato il senso di vicinanza che ho riscontrato in ognuno di voi. Unità, solidarietà , senso di responsabilità , fratellanza, sono stati gli ingredienti principali. Ringrazio tutti coloro con i quali ho lavorato e continuerò a farlo quotidianamente a stretto giro: la mia amministrazione, i dipendenti comunali ed in primis la Polizia Municipale, i Carabinieri, l’ASL Benevento ed in particolar modo il nostro Distretto Sanitario, il Centro Operativo Comunale di Protezione Civile, il nostro parroco don Gianluca, tutte le associazioni di volontariato (Misericordia, Protezione Civile, Bike Fortore, Eko Club, Moto Club, Pro Loco, Unitalsi), i medici, gli infermieri e tutto il personale sanitario: ritengo di poter affermare, senza timore di smentita, che tutti insieme abbiamo dato un’eccellente prova di efficienza amministrativa”. Desidero, altresì, ringraziare l’intera filiera istituzionale, a prescindere dalle appartenenze di ognuno. Ringrazio, pertanto, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il Presidente della Regione Vincenzo De Luca e il Presidente della Provincia Antonio Di Maria. Il nostro lavoro e il nostro impegno non cesserà oggi. Anzi, da oggi dovremo occuparci, accanto alla gestione dell’emergenza, di stimolare una non facile ripresa economica.

In questa nuova fase non è assolutamente consentita una mobilità senza limiti, non protetta, disordinata. Aumentano le motivazioni per cui è possibile uscire, ma deve aumentare anche il senso di responsabilità di ognuno! Ricordate ancora che è sempre obbligatorio indossare la mascherina e mantenere il distanziamento sociale.

Per il sindaco di San Giorgio del Sannio, Mario Pepe, “è necessario avere consapevolezza e responsabilità  ancora di più perché c’è da combattere ancora per ridurre l’espansione virale ed essere sempre più liberi.

 “E’ iniziata la Fase 2 –   dichiara Pepe – durante la quale siamo costretti a convivere con il morbo micidiale: dobbiamo avere coraggio non dimenticando le regole che sinora abbiamo rispettato con serietà  e scrupolo, non possiamo allentare le nostre difese. Dobbiamo essere consapevoli che la vita è in pericolo e dobbiamo essere altresì responsabili verso noi stessi e gli altri. La vita comunitaria richiede la presenza di noi e di altri per sperare nella rinascita e per costruire il futuro del nostro paese, Dobbiamo essere responsabili oggi e sempre.”

Il sindaco di Airola, Michele Napoletano: “Sono soddisfatto del risultato ottenuto in questa comunità e sono soddisfatto delle persone che hanno rispettato gli altri e le disposizioni e che stanno continuando a rispettare. Sono convinto che al più presto torneremo alla normalità  e ribadisco la mia vicinanza al popolo, ai commercianti e agli artigiani e, soprattutto, ribadisco che osservando le regole possiamo veramente ripartire. Insieme sono sicuro che possiamo tornare più forti di prima.”

Il sindaco di Apice, Angelo Pepe invita ad “essere tutti partecipi di una sfida che ancora non è del tutto vinta. “Devo, intanto, elogiare ha dichiarato in un post su Facebook – tutti per l’eccellente comportamento avuto nel rispetto delle regole restrittive della propria libertà  imposte dai provvedimenti governativi, regionali e anche locali. Qualche furberia, pure riscontrata, è stata prontamente redarguita.

La nostra Comunità , fortunatamente per tutti noi considerando anche la vicinanza con realtà  abbastanza colpite dal contagio, ha contato solo due casi di nostri concittadini risultati positivi come è stato prontamente comunicato nei giorni addietro.

Con la seconda fase dobbiamo proteggerci e proteggere i nostri cari, il rispetto verso gli altri è innanzitutto rispetto verso noi stessi e la nostra salute. E per questo non ci sono ordinanze che tengano, non ci sono regole scritte, esiste solo il buonsenso, la responsabilità di ognuno di noi e la consapevolezza che i nostri comportamenti oggi sono ancora più importanti per fare in modo che il contagio non si diffonda e che la nostra comunità rimanga indenne.

Il 4 maggio non è un liberi tutti e, purtroppo, non ancora il pieno ritorno alla normalità , abbiamo bisogno di ancora un po’ di tempo perché la comunità scientifica possa dare risposte più certe e che ci mettano in condizioni di sicurezza sanitaria. L’utilizzo dei dispositivi di protezione quali mascherine, guanti e disinfettante devono entrare nelle nostre abitudini per fronteggiare questo momento difficile, ricominciando a riprendere un po’ della nostra normalità . Ma, soprattutto, manteniamo il più possibile il distanziamento sociale, manteniamo tutte le accortezze che possiamo individualmente adottare con le nostre azioni e non sottovalutiamo la conoscenza delle frequentazioni per risalire alla eventuale tracciabilità  del contagio tenuto conto della presenza di tanti asintomatici dai quali è possibile contagiarsi. Credo fortemente in voi, ove non necessario ed urgente, evitiamo di uscire e restiamo il più possibile a casa.”

Il sindaco di Foiano di Val Fortore, Giuseppe Antonio Ruggiero ha invitato ad essere ancora più attenti, ricordando l’obbligo della mascherina: “Oggi è iniziata la cosiddetta fase 2. Stamattina ho già  visto in tanti non portare più la mascherina. Da oggi è invece obbligatorio portarla in Regione Campania: il virus non si è trasferito su un altro pianeta ed è, purtroppo, ancora fra noi. Se non facciamo attenzione questa volta ritorneremo peggio di prima. Invito qualcuno a leggere l’epidemiologia della Spagnola, in cui la seconda ondata fu peggio della prima. Abbiamo chiuso l’Italia con 1000 contagi al giorno, oggi riapriamo ancora con più di 1000 contagi al giorno. Mi aspetto senso civico e rispetto per la comunità , anche perché questo virus spedisce all’altro mondo 14 persone ogni 100 che mostrano i sintomi.”

Anche il sindaco di Morcone, Luigino Ciarlo, invita tutti, cittadini e commercianti ad attenersi alle disposizioni nello svolgimento delle attività  quotidiane e ad essere, dunque, attenti alla salute pubblica e al contenimento del rischio da contagio, “un rischio -ha evidenziato – che purtroppo esiste ancora e forse oggi ancor di più.”

”Dobbiamo fare tutti insieme – ha aggiunto – un ulteriore sforzo di responsabilità  e sappiamo che possiamo contare sul senso di comunità dei morconesi, che si stanno dimostrando all’altezza della situazione: infine, poiché a oggi è possibile anche far visita a parenti, invitiamo a non abbassare la guardia, soprattutto all’interno delle case, luoghi difficilmente controllabili nei quali potremmo, erroneamente, sentirci al sicuro, ma sappiamo benissimo che questo nemico invisibile può celarsi anche nel contatto con gli affetti più cari. Quindi anche in casa prendiamo tutte le precauzioni possibili, con la speranza che presto tutto questo possa essere solo un brutto ricordo. E’ l’alba di un nuovo giorno per Morcone e per l’Italia intera, e con l’impegno di tutti sarà  un giorno sereno.”

Il richiamo alla cautela e al buonsenso giunge anche dal sindaco di San Lorenzo Maggiore, Carlo Giuseppe Iannotti, che nel comunicare la positività  al Covid-19 di un concittadino al quale augura pronta guarigione e solidarietà , ricorda l’obbligo dei dispositivi individuali di protezione, il divieto assoluto di assembramenti, il rispetto delle distanze e le uscite solo se necessarie e raccomanda che “da oggi bisognerà  agire con estrema cautela, usando il buonsenso e seguendo le indicazioni del Ministero della salute, i D.P.C.M. e le ordinanze regionali.”

“Le azioni del Comune e delle altre istituzioni – ha sottolineato – non possono avere successo senza la collaborazione di cittadini, ai quali è chiesto il massimo rispetto delle regole. In questi due mesi di chiusura totale la comunità  laurentina è stata virtuosa, mettendo in atto un comportamento encomiabile.”

Un appello alla prudenza, alla responsabilità. E’ quello che viene dall’Amministrazione comunale di Bonea che, dalla giornata di domani, riaprirà il cimitero comunale. Dopo la fase di lock down, incassato il disco verde dagli Organi istituzionali superiori, la squadra Roviezzo ha disposto di riaprire l’accesso al camposanto. 

“E’ forte, lo comprendiamo bene – afferma il primo cittadino caudino – il desiderio dei nostri concittadini di potersi recare, dopo così tanto tempo, a porgere un fiore o a recitare una preghiera presso la lapide dei propri defunti. E’ un sentimento ovvio, umano, che tutti condividiamo poiché ognuno di noi ha parenti o amici che riposano nel cimitero cittadino. Tuttavia, auspichiamo che i nostri cittadini abbiano un atteggiamento di massima prudenza e di massima responsabilità”. 

In particolare, da domani, martedì 5 maggio, la struttura cimiteriale riaprirà i battenti osservandosi i consueti giorni settimanali di accesso e i medesimi orari. 

“Come tutti sappiamo – ancora il Primo Cittadino – non disponiamo di una figura che possa essere demandata al controllo ed alla disciplina degli accessi. Per questo è fondamentale la collaborazione dei boneani.
Bisognerà accedere nell’area in questione esclusivamente con i dispositivi di sicurezza quali guanti e mascherine. Allo stesso modo si dovrà accedere con modalità contingentate, evitandosi ammassamenti ed assembramenti vari”. 

“Abbiamo raggiunto il grande risultato – ancora Roviezzo – di non contare contagi sul nostro territorio e, in generale, di vederli calare in quello sannita. Questo primo risultato, che ci ha consentito un alleggerimento delle misure ed una parziale riapertura delle attività, deve essere custodito con rigore al fine di non vedere dispersi gli sforzi profusi da noi tutti”

Annuncio

Correlati

redazione 2 mesi fa

Palazzo Mosti, bandiere a mezz’asta in memoria delle vittime del coronavirus

redazione 3 mesi fa

Sindaci beneventani contro Istat: ‘Multe ingiuste. Troppa burocrazia’

redazione 3 mesi fa

Feste della donna e del papà, ricordo delle vittime del covid: diverse iniziative a San Nicola Manfredi

redazione 3 mesi fa

La Comunità Montana del Fortore convoca la Conferenza dei Sindaci

Dall'autore

redazione 7 ore fa

Centri per l’Impiego: Provincia trasferisce a Regione le sedi di Benevento, Sant’Agata de’ Goti e San Bartolomeo

redazione 7 ore fa

Carcere di Benevento, il Sappe diserterà l’incontro con la direzione: “Basta nascondere testa sotto sabbia come gli struzzi”

redazione 8 ore fa

‘Sannio Europa’: si è insediato Del Vecchio

redazione 8 ore fa

Ente Parco Regionale del Matese: il nuovo presidente è Agostino Navarra

Primo piano

redazione 7 ore fa

Carcere di Benevento, il Sappe diserterà l’incontro con la direzione: “Basta nascondere testa sotto sabbia come gli struzzi”

redazione 9 ore fa

Scuole, individuata con la Provincia la soluzione per “Giannone” e “Alberti”. Il “Galilei” potrebbe restare dov’è

redazione 9 ore fa

Benevento, è la settimana di De Giovanni e Rumiz: gli scrittori alla libreria Ubik mercoledì 22 e venerdì 24 maggio

redazione 10 ore fa

Benevento, da oggi lavori sul ponte San Nicola: chiuso al traffico, si riapre il 7 settembre

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content