fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

Comune di Benevento

Occupazione arbitraria di immobili, il consigliere comunale Sguera interviene sulla problematica

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

“In merito alla circolare n° 11001/123/111 – Ordine e sicurezza pubblica –, emanata dal Ministero dell’Interno ed indirizzata (anche) alla Prefettura di Benevento ed avente ad oggetto “Occupazione arbitraria di immobili. Indirizzi”, vale la pena di sollecitare alcune considerazioni concernenti l’ applicazione delle previsioni contemplate dall’art. 11 del D.L. 14/2017.

Ed infatti, – scrive il consigliere comunale di Forza Italia a Benevento, Vincenzo Sguera – la suddetta norma tende ad assicurare da un lato, “il ripristino della legalità ed il contrasto al fenomeno delle occupazioni abusive degli immobili comunali” e, dall’altro, la “tutela delle famiglie in situazioni di disagio economico o sociale”. Nello specifico, la circolare del Ministero dell’Interno dispone, innanzitutto, il censimento finalizzato alla possibile identificazione degli occupanti e delle composizioni dei nuclei familiari, con particolare riguardo alla presenza, all’interno degli stessi, di minori o altre persone in condizioni di fragilità, oltre alla verifica della situazione reddituale e della condizione di irregolarità di accesso e permanenza sul territorio nazionale.

Successivamente ai predetti accertamenti, la circolare di che trattasi prevede che: “qualora si abbia fondato motivo di ritenere che i soggetti in condizioni di fragilità interessati dall’esecuzione delle sgombero sarebbero privi della possibilità di soddisfare, autonomamente o attraverso il sussidio dei loro parenti, le prioritarie esigenze conseguenti alla loro condizione, i servizi sociali dei comuni dovranno attivare gli specifici interventi. Per tutti gli altri occupanti che non si trovano in condizioni di fragilità, invece, potrà essere ritenuto sufficiente l’assunzione di forme più generale di assistenza come ad esempio la collocazione degli occupanti in strutture provvisorie di accoglienza in attesa di soluzioni alloggiative alternative”.

Tutto ciò – aggiunge nella nota – in ragione della tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, atteso che l’occupazione abusiva non lede i soli interessi della parte proprietaria, ma lede anche il generale interesse dei consociati alla convivenza ordinata e pacifica e assume un’inequivoca valenza eversiva. Quindi, terminato il censimento dei vari nuclei familiari occupanti gli immobili comunali, ai sensi dell’art. 11 del decreto-legge n. 14/17, con l’ausilio della forza pubblica, si dovrà procedere all’esecuzione dei provvedimenti di sgombero emanati in virtù di una scala di priorità che tenga conto della “tutela delle famiglie in situazioni di disagio economico o sociale”. Ora vi è che, senza alcun dubbio occorre riportare alla legalità l’assegnazione degli alloggi di proprietà del Comune, ma la conseguenza naturale di un intervento di forza per lo sgombero degli immobili comunali causerebbe una situazione di “disordine sociale”, atteso che coloro che verrebbero privati di un tetto sotto il quale vivere non avrebbero alcuna concreta possibilità di riorganizzare una esistenza che possa definirsi dignitosa.

Nè il Comune di Benevento – vieppiù in questo particolare momento storico – è in grado di intervenire per tamponare l’emergenza che ne deriverebbe, attraverso l’allocazione degli sgomberati in alloggi temporanei, stante la mancanza di strutture in uso all’Ente ove sistemare le predette persone. Ed allora, condividendo il necessario e preliminare “censimento” – ad opera del Comune – di tutti coloro che occupano sine titulo i beni comunali, va al contempo evidenziato che eventuali azioni di forza (in primis nei confronti di quei “furbetti” che hanno palesemente falsificato atti e/o si sono introdotti negli alloggi pubblici senza averne affatto la necessità) dovranno essere rimandate solo allorquando saranno precisamente rilevati i dati di tutti gli occupanti gli immobili comunali e lo Stato provvederà ad attuare idonei aiuti agli Enti periferici.

Ad ogni buon conto, prima di adottare ogni e qualsivoglia provvedimento nei confronti di concittadini che vivono in condizioni disagiate, – conclude Sguera – sarebbe auspicabile – oltreché moralmente doveroso ed opportuno – preoccuparsi di avviare azioni vigorose innanzitutto nei confronti di coloro che occupano strutture pubbliche, traendone utili economici, senza il rispetto delle convenzioni e delle norme con conseguente grave nocumento per le casse comunali”.

Annuncio

Correlati

redazione 4 mesi fa

Sguera all’amministrazione: ‘Cittadini interessati a risoluzione problemi e non ad alleanze ed Europee’

redazione 6 mesi fa

Uscita dal dissesto, Sguera: ‘Va convocato Consiglio. Si faccia chiarezza su errori e incongruenze’

redazione 7 mesi fa

Benevento, stabile inagibile: dopo nove anni sgomberato l’edificio comunale di via Niccolò Franco

redazione 7 mesi fa

Incidente stradale al Rione Ferrovia, Sguera (Azione): “Solidarietà agli agenti della Municipale aggrediti”

Dall'autore

redazione 60 minuti fa

Festa in Valle Caudina: nel week end raduno di ben 400 vespisti

redazione 1 ora fa

Pesco Sannita, il consigliere Capocefalo: “Cittadini pagheranno i danni per errori dell’amministrazione”

redazione 1 ora fa

Giovanni De Michele confermato alla guida della Croce Rossa Italiana Comitato di Benevento

redazione 3 ore fa

‘Sos Genitori’ – Perché non bisogna tagliare il ciuccio?

Primo piano

redazione 1 ora fa

Giovanni De Michele confermato alla guida della Croce Rossa Italiana Comitato di Benevento

redazione 3 ore fa

‘Sos Genitori’ – Perché non bisogna tagliare il ciuccio?

Marco Staglianò 3 ore fa

Renzi e Mastella, tra Don Milani e Guido Dorso

redazione 13 ore fa

La Formula 1 arriva al centro commerciale ‘I Sanniti’: fino al 2 giugno si corre nel simulatore di guida come in un vero GP

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content