fbpx
Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

Sindacati

Asl Benevento, la Cisl Fp Irpinia-Sannio attacca: “A rischio le relazioni sindacali”

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

“Il rispetto del contratto collettivo integrativo aziendale, sia per quanto riguarda i tempi di erogazione della produttività, che per ciò che riguarda la selezione per l’attribuzione delle fasce retributive 2017, è quello che chiediamo”. Così in una nota il segretario generale della CISL FP IrpiniaSannio, Antonio Santacroce, ed il segretario aziendale ASL di Benevento Sonia Iasiello.

“Nonostante la nostra organizzazione – proseguono – negli ultimi anni sia riuscita ad ottenere sia il bando di selezione annuale per l’attribuzione delle fasce retributive, che il pagamento della produttività in tempo utile, qualche dirigente illuminato continua a confondere i diritti dei lavoratori con il semplice piacere di concedere e gestire. Negli ultimi due anni il management, nell’intento di rispettare gli accordi con i sindacati, ha corrisposto il 70% della quota incentivante, poiché le famose carte sulle quali la pubblica amministrazione, e l’Asl di Benevento, ancora si regge, chissà perché non riescono mai ad essere pronte in tempo utile per corrispondere l’intera somma così come previsto dall’Art. 4 del CCIA. Proprio in questi giorni si sta assistendo ad un fenomeno che riteniamo preoccupante. In data 6 giugno la U.O.C. Controllo Strategico ha inviato ai responsabili di tutte le articolazioni aziendali una nota nella quale chiede l’invio all’OIV di tutte le valutazione del personale Asl. Ci domandiamo perché chiedere di nuovo l’invio delle valutazioni già acquisite lo scorso gennaio dalle Risorse Umane e perché solo pochi giorni fa è stata trasmessa tutta la documentazione all’OIV, quando la nostra richiesta di pagamento entro giugno dell’intera quota risale al mese di marzo? Il sospetto, speriamo non fondato, è quello che non si voglia pagare, ancora una volta, quanto spetta di diritto ai dipendenti dell’Asl di Benevento.

E’ ancora – proseguono – di questi giorni la pubblicazione di una determina di pagamento contenente la liquidazione di un progetto di sistemazione contabile richiesta con urgenza dalla Regione Campania. La singolarità di quest’atto risiede nel fatto che ancora una volta, senza nessun metodo democratico e trasparente, viene scelto e fatto lavorare, a detta loro fuori orario di servizio, il personale più gradito al dirigente di turno, pur essendo presente in ASL altro personale competente in materia. Forse qualcuno ignora che non lavora nella bottega di famiglia, ma in un’azienda pubblica che dovrebbe avere la trasparenza come fondamento del suo modus operandi. Sono mesi che cerchiamo di ottenere la partenza di una Cabina di Regia per la gestione dei progetti, affinché venga assicurata democrazia e trasparenza nel reclutamento del personale da far partecipare agli stessi, soprattutto per il fatto che danno luogo a retribuzione aggiuntiva. Anche qui il percorso è stato rallentato dal capriccio di qualcuno che non tollerava il fatto che fosse data a tutti la possibilità di accedere alla Cabina di Regia per dare il contributo che scaturiva dalle proprie competenze, senza poi parlare della somma pro capite, liquidata al 50%, che per essere corrisposta dovrebbe riferirsi ad un numero considerevole di ore di straordinario.

Siamo in attesa della pubblicazione della graduatoria definitiva – conclude la Cisl – che assicuri entro il 15 giugno, termine ultimo per completare la procedura di selezione per l’attribuzione delle fasce retributive 2017, per il conseguente pagamento dei dipendenti risultati vincitori sulla mensilità di giugno. A questo punto i dipendenti dell’ASL di Benevento e noi della CISL FP IrpiniaSannio ci stiamo chiedendo se sul prossimo stipendio saranno pagate le fasce retributive per gli aventi diritto, l’adeguamento contrattuale con relativi arretrati e la quota definitiva della produttività 2017? Oppure assisteremo solo alla fortuna di pochi tirati fuori dal solito cilindro? Ad oggi non è dato saperlo. Certo è che alcuni dirigenti continuano a fare ciò che vogliono senza sentire il dovere di rendere conto a nessuno. Se questo dovesse succedere interromperemo le relazioni sindacali e denunceremo il tutto alla magistratura contabile affinché i diritti di tutti e non solo di pochi eletti vengano rispettati nella speranza che quanto descritto possa essere l’ultima pagina di una storia che continua a non cambiare”.

Annuncio

Correlati

redazione 2 settimane fa

La proposta della CGIL Benevento all’Asl del capoluogo: ‘Costituire osservatorio provinciale sulla sanità’

redazione 3 settimane fa

Riorganizzazione 118, vertice tra Asl e sindaci Valle Vitulanese: “Incontro proficuo”

redazione 3 mesi fa

Asl, Antonio Glorioso nuovo direttore responsabile del Distretto Sanitario di Montesarchio

redazione 4 mesi fa

Incontro con il Comune, la Cisl FP replica alla Cgil

Dall'autore

redazione 29 minuti fa

Cusano Mutri: affitta casa al mare su internet, ma è una truffa. Due denunce

redazione 3 ore fa

Trent’anni in Confindustria Benevento: la Lampugnale Srl riceve il Premio Fedeltà all’evento ‘Imprese Stellari’

redazione 3 ore fa

Wg flash 24 del 13 luglio 2024

redazione 13 ore fa

Aree interne tra realtà e rigenerazione: “Questione che non riguarda soltanto il Sud, ora tocca alla politica”

Primo piano

redazione 29 minuti fa

Cusano Mutri: affitta casa al mare su internet, ma è una truffa. Due denunce

redazione 3 ore fa

Trent’anni in Confindustria Benevento: la Lampugnale Srl riceve il Premio Fedeltà all’evento ‘Imprese Stellari’

redazione 3 ore fa

Wg flash 24 del 13 luglio 2024

redazione 13 ore fa

Aree interne tra realtà e rigenerazione: “Questione che non riguarda soltanto il Sud, ora tocca alla politica”

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content