14 / 02 / 2011 - Regione Campania

Nel Sannio ammesse all'epoca solo il 4% delle domande

Reddito di cittadinanza, va concesso a tutti gli aventi diritto

Lo stabilisce una sentenza della Corte di Cassazione

Reddito di cittadinanza, va concesso a tutti gli aventi diritto

La sentenza risale ad agosto del 2010, la “mazzata” economica si riverbera sull'attualità. La Regione Campania si trova nella condizione di dover mettere mano al portafogli per sanare qualche pendenza con 108000 aventi diritto al reddito di cittadinanza (e si parlerebbe di cifre intorno ai 250 milioni di euro). La misura voluta da Bassolino, mantenuto per un triennio (2004/2007), poi abolita è stata oggetto di una sentenza della Corte di Cassazione che, in sostanza, ha riconosciuto la titolarità alla provvigione (350 euro) a tutti quei nuclei familiari che ne sono rimasti esclusi pur avendo maturato i requisiti per la sua ricezione: “Una volta accertato il non superamento del limite di reddito, la prestazione economica spetta a tutti gli aventi diritti, fra i quali devono essere suddivise le risorse disponibili. Non trova giustificazione, invece, la destinazione delle risorse mediante attribuzione dell’intero importo ad alcuni soltanto degli aventi diritto, secondo minor reddito, con esclusione degli altri, secondo la distinzione fra ‘‘ domande ammesse e finanziate’’ e ‘‘ domande ammesse non finanziate’’», ha scritto la suprema Corte.
Una ricerca della Federico II, condotta da Luca De Luca Picione, ha rilevato come dei «122 mila nuclei familiari la cui richiesta è stata giudicata ammissibile, è stato selezionato soltanto il 15 per cento. Le province più rappresentate sono state quella di Napoli, con il 58 per cento del totale regionale; di Salerno e Caserta, rispettivamente con il 16 ed il 15 per cento degli ammessi; seguite da quelle di Avellino con il 6% e di Benevento con appena il 4%. Siccome la maggior parte dei 18 mila ammessi alla misura ha dichiarato reddito zero, significa che l’indigente napoletano è stato considerato più indigente e, quindi, con più diritti rispetto al bisognoso sannita o sorrentino. Ovvero, a molti è stata riconosciuta la patente di povero, ma solo ad alcuni è stato assegnato il beneficio del contributo economico» .

 



Stampa
comments powered by Disqus
 
news correlate
Grandi Progetti, ok ai decreti di ammissione ai finanziamenti. A breve via libera per il depuratore di Benevento
depuratore, finanziamenti, regione campania
19 / 02 / 2013
Regione Campania

Grandi Progetti, ok ai decreti di ammissione ai finanziamenti. A breve via libera per il depuratore di Benevento

Forestali, De Girolamo:
pdl, nunzia de girolamo, lavoratori forestali, regione campania
15 / 02 / 2013
politica

Forestali, De Girolamo: "Vertenza da affrontare con serietà e senza strumentalizzazioni. Ricordando però i responsabili"

Psaut di San Bartolomeo in Galdo. Interrogazione del capogruppo Pd, Del Basso De Caro
psaut, san bartolomeo in galdo, fortore, regione campania, umberto del basso de caro, asl benevento
20 / 02 / 2013
Fortore

Psaut di San Bartolomeo in Galdo. Interrogazione del capogruppo Pd, Del Basso De Caro

Il Consiglio regionale della Campania dice no alle trivelle
petrolio, regione campania, trivellazioni
21 / 02 / 2013
Trivelle e Petrolio

Il Consiglio regionale della Campania dice no alle trivelle

i nostri format
Blue Steel Srl
Blue Steel Srl
guarda