dal 22 / 09 / 2012 al 23 / 09 / 2012 alle ore 11:00

Benevento

rievocazione "Benevento Longobarda"

rievocazione \

22 e 23 settembre 2012

rievocazione "Benevento Longobarda"

La rievocazione "Benevento Longobarda" sarà incentrata sulla traslazione delle reliquie di Sant'Eliano, evento del quale si allega una breve ricostruzione.
Regia: Assunta Berruti.
Si ringrazia ancora una volta il Comune di Benevento e il Convitto Nazionale Pietro Giannone per la sensibilità dimostrata.

Alessio Fragnito
Presidente Associazione Culturale Benevento Longobarda

_________________________________________

LA TRASLAZIONE DELLE RELIQUIE DI SANT’ELIANO, UN ATTO RELIGIOSO E POLITICO

Un racconto agiografico [1] di autore ignoto descrive la corale e commovente partecipazione del popolo beneventano alla traslazione del veneratissimo corpo di Sant’Eliano, avvenuta nell’anno domini 763.
Questo santo era un soldato martirizzato con altri 39 militari nel 320 nella città di Sebaste, in Armenia, al tempo dell’imperatore romano Licinio, crudele e violento persecutore dei cristiani.
Esposti al gelo per un’intera notte, i 40 martiri incontrarono la morte in seguito alle percosse subite.
I loro corpi vennero bruciati e le loro ceneri vennero gettate in un fiume.
Si narra che, per intervento della divina misericordia, le ceneri furono raccolte dal vescovo di Sebaste, conservate e disseminate in varie città, a Cefarea, a Nissa di Cappadocia, a Roma, a Brescia e a Costantinopoli[2], dove sorsero templi in onore dei 40 martiri.
Dalle reliquie conservate a Costantinopoli vennero separate, successivamente, quelle di Sant’Eliano.
Non sappiamo come sia stato possibile distinguere i resti di Sant’Eliano da quelli degli altri martiri, ma altri racconti agiografici riferiscono di corpi non completamente carbonizzati durante roghi collettivi.
Non conosciamo nemmeno la natura di queste reliquie, dato che sono andate perdute nel corso dei secoli, ma molto probabilmente erano contenute in una teca.
In ogni caso, ciò che restava del corpo di Sant’Eliano venne traslato da Costantinopoli a Benevento grazie all’avvedutezza e alle capacità diplomatiche di un gastaldo di Arechi II, il nobile arimanno Gualtari. Descritto come un “uomo di fede pienamente cattolica, di bell’aspetto, sincero nel parlare, noto per saggezza, sagace nei consigli, robusto nella virtù, eccellente nei costumi e in ogni cosa onesta”[3], Gualtari venne scelto dal Consiglio dei nobili Arimanni per portare a termine una delicata missione politica in territorio bizantino.
Non si sa con certezza lo scopo di questa partenza, ma è probabile che trovasse le sue ragioni nella necessità di distendere i rapporti con Bisanzio in un momento in cui il regno longobardo attraversava una fase di tensione con il papato e con il regno franco, sempre più coesi e sempre più potenti.
Solo il fedele Arechi II poteva svolgere questo compito per il bene della “nazione” longobarda e solo le buone qualità di Gualtari potevano influenzare positivamente l’imperatore d’Oriente Costantino V – accanito iconoclasta e sovrano di dubbia fama, stando al suo curioso soprannome: “copronimo” (da κόπρος “sterco”) – e permettere il buon esito della missione, testimoniato dal dono delle reliquie di Sant’Eliano. Nel racconto agiografico si legge che fu lo stesso Sant’Eliano a riferire a Gualtari che l’imperatore bizantino, soddisfatto per il buon accordo politico, lo avrebbe ricompensato con un dono a sua scelta, e per questo il santo lo esorta a chiedere le sue spoglie per portarle a Benevento e lo invita a collocarle in una chiesa costruita da lui [4].
L’arrivo di Gualtari in città con i resti sacri del santo venne accolto da una folla numerosa che, “con ceri e lampade e con diversi generi di incensi (o profumi), scoppiò in pianto, per alcuni stadi di cammino, e così, con inni e con canti introdotto il veneratissimo corpo (di Sant’Eliano), onorevolmente fu collocato nella basilica che (Gualtari) aveva costruito prima di partire” [5] e che dedicò al santo martire.
Di questa chiesa si è persa qualunque traccia, si sa solo che è esistita fino al XII secolo costituendo un luogo di pellegrinaggio e di miracolose guarigioni. Con la sua scomparsa si è persa la memoria anche del culto di Sant’Eliano, mentre le sue reliquie sembra siano state rintracciate fino al 1763 nella chiesa di San Vittorino [6].
La traslazione delle reliquie di Sant’Eliano è solo una delle tante che Arechi II effettuò a Benevento durante il suo lungo governo, una pratica che rispondeva ad esigenze devozionali e spirituali, finalizzate a garantire pace e protezione divina al popolo longobardo e alla città ma, soprattutto, soddisfaceva una precisa esigenza politica, quella di rivestire di sacralità il suo potere.
Si trattava, peraltro, di una tradizione tipicamente orientale che il duca aveva mutuato dall’impero bizantino e che interpretò sempre con passione, rendendosi indiscusso protagonista durante le traslazioni dei diversi santi e martiri che, per la maggior parte, trovarono ospitalità nella chiesa di Santa Sofia. Attraverso questo fenomeno e attraverso l’introduzione di vari culti di santi, pressoché sconosciuti, Arechi rese il suo dominio ancora più prestigioso e trasformò la città di Benevento in una città sacra. Per rendere la rievocazione più coinvolgente, abbiamo “romanzato” e semplificato l’episodio storico della Traslazione, in particolare riguardo alla collocazione finale delle Reliquie, le quali, in base al racconto agiografico, vennero conservate in una cappella precedentemente costruita da Gualtari e intitolata proprio a Sant’Eliano. Gli interpreti saranno gli stessi delle precedenti rievocazioni (Maurizio Tomaciello, Luigi De Nicola, Marisinda Cirnelli, Claudia Giantommasi, etc), con l’aggiunta di Massimiliano Fini che impersonificherà Gualtari. La regia sarà curata da Assunta Berruti, mentre la sceneggiatura è stata scritta da Viviana De Luca e Alessio Fragnito. Costumi e assistenza curate da Francesca De Rienzo e Debora Polese. Allestimenti scenografici realizzati da Carlo Carrozza.


PROGRAMMA:

Venerdì 21

Aspettando l’Ambasceria da Bisanzio

dalle ore 22.30 Locande medievali lungo il Corso Garibaldi

Verranno allestite 4 locande: in Piazza Federico Torre, in Piazza Santa Sofia, nelle adiacenze del Museo Arcos e in Piazza Castello, dove funzionerà la locanda centrale.

 

Sabato 22

La Traslazione delle Reliquie di Sant’Eliano

dalle ore 16.00 Apertura della Macchina del Tempo presso la Galleria Bosco, ingresso dal Corso Garibaldi

dalle ore 17.00 Allestimento della cittadella medievale in Piazza Castello, con postazione di armigeri, banchi didattici, banchi di artigianato, una locanda

dalle ore 18.00 alle ore 22.00 Apertura straordinaria della Chiesa del Santissimo Salvatore, in Via Stefano Borgia, a cura della Parrocchia di Santa Sofia

ore 18.00 Arco di Traiano: inizio della rievocazione e partenza del Corteo Storico

Il corteo storico attraverserà il Corso Garibaldi, sosterà in Piazza Santa Sofia e si concluderà in Piazza Castello

dalle ore 21.00 Locande medievali lungo il Corso Garibaldi

dalle ore 21.30 Musica Medievale in Piazza Castello, a cura del Centro Didattico Musicale

dalle ore 21.30 “Sacre Reliquie. Religiosità popolare nel Medio Evo” a cura della Libreria Luidig, presso il Palazzo Collenea

 

Domenica 23

La Traslazione delle Reliquie di Sant’Eliano

dalle ore 11.30 allestimento cittadella medievale in Piazza Castello, con postazione di armigeri, banchi didattici, banchi di artigianato, una locanda

dalle ore 13.30 Pranzo Medievale

dalle ore 16.00 Apertura della Macchina del Tempo presso la Galleria Bosco, ingresso dal Corso Garibaldi

dalle ore 17.00 Allestimento della cittadella medievale in Piazza Castello, con postazione di armigeri, banchi didattici, banchi di artigianato, una locanda

dalle ore 18.00 alle ore 22.00 Apertura straordinaria della Chiesa del Santissimo Salvatore, in Via Stefano Borgia, a cura della Parrocchia di Santa Sofia

ore 18.00 Arco di Traiano: inizio della rievocazione e partenza del Corteo Storico

Il corteo storico attraverserà il Corso Garibaldi, sosterà in Piazza Santa Sofia e si concluderà in Piazza Castello

dalle ore 21.00 Locande medievali lungo il Corso Garibaldi

dalle ore 21.30 Musica Medievale in Piazza Castello a cura del Centro didattico Musicale

dalle ore 21.30 “Sacre Reliquie. Religiosità popolare nel Medio Evo” a cura della Libreria Luidig, presso il Palazzo Collenea

 ________________________________________

[1] Translatio Sancti Heliani, in S. Borgia, Memorie Historiche della Pontificia città di Benevento, vol. I, Salomoni, Roma 1763, pp. 199-206.
[2] Atti della Translatio Sancti Heliani, ivi, p. 194-198.
[3] Translatio Sancti Heliani, ivi, p. 200.
[4] Ivi, pp. 201-202.
[5] Ivi, pp. 203-204.
[6] Atti della Translatio Sancti Heliani, ivi, p. 198.


Stampa
eventi
10/08/2015
XXII edizione di Vinalia Guardia Sanframondi
Eventi estivi - Comune di Foiano di Val Fortore Foiano di Val Fortore
Calici di Stelle - Città del Vino Campoli del Monte Taburno
Festa patronale San Leucio Vescovo San Leucio del Sannio
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
17:00 Storia dell'Abito San Giorgio la Molara
11/08/2015
Eventi estivi - Comune di Foiano di Val Fortore Foiano di Val Fortore
Festa patronale San Leucio Vescovo San Leucio del Sannio
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
17:00 Storia dell'Abito San Giorgio la Molara
12/08/2015
Eventi estivi - Comune di Foiano di Val Fortore Foiano di Val Fortore
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
17:00 Storia dell'Abito San Giorgio la Molara
13/08/2015
Eventi estivi - Comune di Foiano di Val Fortore Foiano di Val Fortore
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
17:00 Storia dell'Abito San Giorgio la Molara
14/08/2015
Eventi estivi - Comune di Foiano di Val Fortore Foiano di Val Fortore
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
17:00 Storia dell'Abito San Giorgio la Molara
15/08/2015
Eventi estivi - Comune di Foiano di Val Fortore Foiano di Val Fortore
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
17:00 Storia dell'Abito San Giorgio la Molara
16/08/2015
Eventi estivi - Comune di Foiano di Val Fortore Foiano di Val Fortore
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
17:00 Storia dell'Abito San Giorgio la Molara
18/08/2015
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
19/08/2015
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
20/08/2015
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
21/08/2015
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
22/08/2015
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
23/08/2015
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
25/08/2015
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
26/08/2015
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
27/08/2015
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
28/08/2015
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
22:00 Sagra del panuozzo e patate paesane Luzzano di Moiano
29/08/2015
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
30/08/2015
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
31/08/2015
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
01/09/2015
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
02/09/2015
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
03/09/2015
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
04/09/2015
"Faicchio medievale" Faicchio
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
05/09/2015
"Faicchio medievale" Faicchio
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
06/09/2015
"Faicchio medievale" Faicchio
"Campus Pedagogico estivo" Benevento
 
i nostri format
Il fuori onda di Ntr24:
Il fuori onda di Ntr24: "Disco Pacevecchia"
guarda